Warner Bros. Pictures e Gal Gadot hanno annunciato che il sequel Wonder Woman 1984 è stato posticipato di 7 mesi, al 5 giugno 2020

Warner Bros. Pictures ha annunciato che Wonder Woman 1984 è stato posticipato dal 1° novembre 2019 al 5 giugno 2020, come confermato dalla stessa attrice protagonista Gal Gadot.

Leggi anche – Gotham: ecco la prima occhiata a Bane

Secondo quanto ha scritto, “Entusiasta dall’idea di annunciare che, grazie al cambiamento del panorama, siamo in grado di riportare Wonder Woman al suo legittimo posto. 5 giugno 2020. Vi voglio vedere tutti!!!“.

Leggi anche – Joker: Arthur stalkera Sophie e cade nel nuovo video e foto dal set

Jeff Goldstein, president of domestic distribution, ha aggiunto:

Abbiamo avuto un enorme successo nel rilasciare il primo film di Wonder Woman durante l’estate, così quando abbiamo visto l’opportunità di sfruttare il cambiamento del panorama dei competitor lo abbiamo fatto. Questa mossa mette il film esattamente dove deve stare.

Quindi attualmente restano tre film DC nel 2019 perché l’1 gennaio esce Aquaman, il 5 aprile esce Shazam! e il 4 ottobre il primo film slegato dal DCEU, Joker con Joaquin Phoenix. A questo punto nel 2020 già sono certi due film, proprio il sequel dell’Amazzone e Birds of Prey, invece a giugno 2019 capiremo se verrà messo o meno in cantiere il nuovo Batman.

Leggi anche – Ben Affleck vuole Batman un’ultima volta ma fuori dal DCEU [RUMOR]

Per la Suicide Squad di James Gunn invece ci sarà parecchio da aspettare perché il visionario regista e sceneggiatore deve ancora iniziare a lavorare sullo script. DC Films ha annunciato diverse altre pellicole in cantiere ma per il momento Walter Hamada ha scelto una strada con ritmo meno sostenuto puntando su una migliore pianificazione in ausilio di migliori sceneggiature per i film.

La scelta di Wonder Woman 1984 però sembra dettata da una mera strategia finanziaria e bisogna vedere quanto sette mesi di ritardo per una questione strategica piacerà ai fan DC.

VIA