Philips mostra la sua soluzione di TV 3D senza l’utilizzo di occhiali, superando nettamente i prototipi proposti da Sony e Toshiba. L’azienda olandese ha infatti sviluppato un Tv con risoluzione Ultra HD (3840×2160) con tecnologia auto-stereoscopica e l’effetto è addirittura percepibile da 28 punti di visione differenti.


Il pannello Ultra HD, è ritenuto ormai un requisito essenziale per Dolby 3D perchè grazie a questa soluzione Philips, è stato comunque possibile mantenere una risoluzione pari a 1920 x 1080 anche in 3D perchè è noto come tutti i mezzi tecnologici che consentono di ricreare una visione stereoscopica facciano diminuire drasticamente la risoluzione. 

Toshiba e Sony, a suo tempo, si erano fermati a 9 e 16 punti di vista differenti ma se in un anno e mezzo il numero dei punti si è quasi triplicato Dolby si dice praticamente certa che ci vorranno solo altri due anni, per permettere alla tecnologia di maturare completamente e di diventare realtà.