Un easter egg da un fumetto in particolare di Daredevil è stato avvistato nel trailer della terza stagione della serie Netflix in uscita il 19 ottobre

Un riferimento a un famoso numero della serie a fumetti di Daredevil è stato avvistato nel trailer della terza stagione della serie Netflix.

Leggi anche – The Witcher: ecco la sinossi e la data di uscita

C’è grande entusiasmo attorno alla nuova stagione, complice anche il ritorno alle origini coadiuvata dalla presenza di Kingpin (Vincent D’Onofrio) – ne discutiamo nel nostro approfondimento al trailer qui. In quella che promette di essere una resa dei conti epica potrebbe sorgere un nuovo cattivo. Infatti vediamo bene che un impostore di Daredevil porta lo scompiglio in città facendo ricadere la colpa sul Diavolo di Hell’s Kitchen.

Come rivelato dal dal comunicato stampa ufficiale a nascondersi dietro quella maschera di menzogne sarà Benjamin Poindexter (Wilson Bethel) che verrà assoldato da Fisk. In un momento in particolare dal trailer vediamo che prende in mano una pistola e la macchina da presa lo inquadra in un momento che ricrea perfettamente la cover classica di un celebre fumetto.

Leggi anche – James Wan sul trailer di Aquaman: “scalfisce solo la superficie”

Infatti un utente su Reddit ha notato tale similitudine proprio con il famoso numero Daredevil #184. La produzione deve aver scelto questo aggancio perché come riportato nella copertina, il Diavolo Custode ha deciso di “non fare più la parte del bravo ragazzo“. In questo caso sotto quel costume rosso non c’è propriamente Matt ma è sicuramente un intrigante riferimento.

Di seguito la cover e il fotogramma dal trailer:

Daredevil 184

C’è anche da considerare un altro fattore, ovvero un collegamento al primo teaser trailer dove Matt sembra aver definitivamente perso fede nella giustizia:

Leggi anche – Dark Phoenix: il trailer ufficiale italiano

Una volta credevo che la giustizia si poteva trovare in un tribunale e alla luce del giorno, mi stavo prendendo in giro, l’oscurità risponde solo all’oscurità. La verità è che preferirei morire come il diavolo che vivere come Matt Murdock. 

Insomma sembra che il bravo ragazzo non esista più e l’oscurità sia pronta ad abbracciarlo.

VIA