Ci arrivano dunque le prime reazioni del pubblico presente alla premiere di Titans.

Leggi anche – Vincent D’Onofrio stuzzica sull’apparizione di Kingpin in un film di Spider-Man

Lola Dreambomb:

uooo, che modo di iniziare il #NYCC. #Titans è sul serio di un altro pianeta. Abbiamo avuto modo di vedere i primi due episodi e maledizione, DC  💁🏻♀️ Hai avuto la mia curiosità, ORA HAI LA MIA ATTENZIONE

Mike Cecchini:

I primi due episodi di #Titans hanno ricevuto un’accoglienza molto calorosa al #NYCC. Andrò in profondità (ma senza spoiler!) domani su @DenofGeekUS!

Ant:

DC’s #Titans è una fantastica sorpresa. I primi due episodi hanno davvero creato qualcosa di entusiasmante e unico. La chimica funziona tra tutti gli attori. Starfire e Robin sono straordinari #NYCC

Ben Zander:

La seguente GIF è una mia rappresentazione accurata dopo aver visto la #WorldPremiere di @DCUTitans. Non rimarrete delusi!!!!!!!!!!! #Titans

Jason Gunning:

Ho avuto l’opportunità di vedere i primi 2 episodi di @DCUTitans stasera al #NYCC18 e l’ho adorato. Grayson e Raven sono fenomenali. Non vedo l’ora di vedere il resto. #titanspremiere #titans

Brianna.:

Starfire è il personaggio migliore ad emergere in #Titans nonostante ciò che hanno detto tutti quegli str***i ad Anna durante tutto quest’anno…è stata semplicemente…magnifica. Fa****o!

Inoltre ecco le prime recensioni:

Leggi anche – Ryan Reynolds in lacrime per l’addio di Chris Evans da Captain America

Comicbook:

Secondo me Anna Diop ruba la scena ma anche il resto del cast non è assolutamente da meno. Tutti i personaggi sono funzionali, soprattutto quando sono insieme. Ci sono però elementi anche che non funzionano per tutti. A tratti sembra essere un prodotto scadente, che ha problemi di ritmo e con dialoghi totalmente scialbi. Ma in ogni momento che stavo per dirlo, subito dopo ce n’era un altro dove mi sono entusiasmato o addirittura esaltato.

Collider:

Sfortunatamente, mi dicono che devo scrivere di più su Titans, ma penso davvero che ogni aspetto di questo show – il suo tono, la sua estetica, la sua storia e i suoi temi – si riducano all’immagine di Dick Grayson, l’originale Robin, il Ragazzo Meraviglia, un affascinante e diligente vigilante, che lancia una cesoia da giardino nel cavallo dei pantaloni di un altro uomo. 

IGN:

La premiere della serie di Titans è un mix indeciso di divertimento, momenti ispirati dai fumetti e violenza gratuita, che rende difficile capire il tipo di show che vuole essere. Alcuni fan essere attratti dal sangue e dalle visceri, ma la serie era già abbastanza forte anche se non spingeva in quel senza. Quando Titans si concentra sui suoi personaggi e non cerca di spaventarci è una run avvincente – come uno studente alle prime armi che manca di disciplina, ma continua a provarci.

CBR:

È dark , proprio come indicavano i trailer, con un livello di violenza che supera qualsiasi cosa vista nell’Arrowverse di CW ed entra nel territorio del DC Extended Universe di Zack Snyder. Gli eroi mutilano e uccidono, con una certa frequenza, almeno negli episodi previsti per la recensione, sebbene non sempre a ragione. Va da sè, quindi, che Titans non è adatto per i giovani spettatori, che non sono comunque il pubblico di destinazione per questo servizio streaming. Tuttavia, nemmeno la serie è destinata ai fan dei classici dei Teen Titans di DC.

Newsarama:

La cosa che probabilmente distingue Titans da altre iterazioni del DCU è la violenza presente. Più di ogni altra cosa, sembra completamente in disaccordo con i personaggi in generale. La scena di lotta nel vicolo di Dick Grayson è di intrattenimento fino a quando non arriva al punto in cui sta felicemente facendo scorrere la faccia di un delinquente attraverso i bordi frastagliati di un finestrino di una macchina distrutta. Chi è questo personaggio? Certamente non il Dick Grayson a cui il pubblico è stato abituato. E questo sottovaluta davvero il tono serio dello show, la violenza non è spaventosa o intensa anzi a tratti sembra quasi sciocca.

Forbes:

Quello che vediamo è uno show che sta facendo una chiara dichiarazione di ciò che vuole essere. Non appartiene al DCEU di Snyder e neanche all’Arrowverse. Sta nel mezzo. Ed è questo fattore che alla fine potrebbe costare alla serie la fine del suo percorso.

Leggi anche – Ben Affleck rompe il silenzio sulla dipendenza e la fine della riabilitazione

The Washington Post:

Non è all’altezza dei supereroi Marvel/Netflix, ma ci sono degli ottimi elementi che potrebbero fargli fare un salto di livello se si giocherà bene le sue carte.