Un dettaglio da sempre trascurato di Thor: The Dark World potrebbe essere la chiave per il collegamento di Avengers 4 al Regno Quantico

Un dettaglio di Thor: The Dark World da sempre trascurato potrebbe rivelarsi fondamentale per Avengers 4 in seguito agli eventi di Avengers: Infinity War e soprattutto Ant-Man and The Wasp.

Alla fine di Avengers: Infinity War, Thanos ha schioccato le dita spazzando via metà della vita nell’universo. Due mesi dopo è uscito Ant-Man and The Wasp rivelando diversi dettagli sul R​egno Quantico, persino una misteriosa città.

L’utente di Reddit leafinferno ha fatto notare che Jane Foster in Thor: The Dark World parla con la dottoressa Asgardiana Eir che la informa di un “generatore di campo quantico” che “trasferisce energia molecolare da un luogo all’altro“. In breve Eir si riferisce a una “Soul Forge“.

Ciò sembrerebbe indicare che gli Asgardiani potrebbero riuscire ad inviare anime nel regno quantico cosa che sembra anticipata nella scena post-credit di Ant-Man and The Wasp. Quando Scott Lang si dirige verso il Regno Quantico e Thanos schiocca le dita sembra che le anime che scompaiono dall’esistenza fisica riappaiano come corpi di pura energia arancione nel microcosmo. Dopotutto la Gemma dell’Anima è arancione.

Questo potrebbe significare un numero di cose che devono ancora essere rivelate di cui una potrebbe spiegare gli affari di Thor e Rocket anticipati per Avengers 4. Visto che gli Asgardiani sembra sappiano come mandare i vivi nel Regno Quantico (e metà sembra siano scappati con Valchiria prima dell’abbordaggio di Thanos) spiegherebbe quale sia la missione di Thor e Rocket, salvare Scott Lang. In effetti, le possibilità sono infinite e ognuna solleva solo più domande quindi prendiamo tutto come succose speculazioni.

VIA