Confermato il periodo delle riprese di The Batman per la primavera del 2019 e c’è una sorpresa con Ben Affleck

Se ricordate vi abbiamo recentemente rivelato quando Matt Reeves sperava di iniziare la produzione su The Batman. E adesso ci arrivano le prime conferme del caso più una sorpresa su Ben Affleck.

Come ormai sappiamo il primo atto avrebbe un Batman molto giovane e Matt Reeves avrebbe preso ispirazione da diversi fumetti del Cavaliere Oscuro. Uno di questi sarebbe per tono un adattamento di Batman: Anno Uno di Frank Miller dove però Bruce sarebbe al secondo, terzo anno da vigilante. Nell’ultima intervista il regista aveva fatto capire come questo sarebbe stato un prequel, molti anni prima di Batman v Superman: Dawn of Justice dichiarando che “ci sono molti modi in cui tutto questo si collegherà all’universo DC.”

Questo esclude Ben Affleck anche dal ruolo di attore protagonista. Però è molto strano considerando la sua voglia di restare e la dichiarazioni al Comic-Con 2017, “sarò la scimmia di Matt Reeves“. Ed effettivamente la spiegazione la fornisce Production Weekly confermando che per questo primo film Ben Affleck si accomoderà tra i produttori. L’attore ha per contratto un ultimo film che doveva essere Justice League 2. Visto che quest’ultima pellicola non si farà è possibile che abbia deciso di apparire in un eventuale terzo film della trilogia immaginata da Reeves restando per il momento un produttore di questo film e di un eventuale secondo film sul Cavaliere Oscuro – sempre se il primo avrà successo.

Leggi anche – Peyton Elizabeth Lee è Cassandra Cain (futura Batgirl) in Birds of Prey? / Black Mask confermato cattivo di Birds of Prey

Questo rientrerebbe anche nel discorso di uscita quando l’attore aveva dichiarato che voleva una “bella storia per uscirsene definitivamente…perché non vuoi farlo per sempre” e magari Matt Reeves potrebbe concederglielo con un eventuale ultimo capitolo futuro della trilogia.

Per il momento Ben Affleck osserva, sta in disparte e vede che succede. La strada del produttore in caso di fallimento di questo primo film gli permetterebbe una facile via d’uscita.

Ai posteri l’ardua sentenza.

Leggi anche – Pinguino non sarà il cattivo di Birds Of Prey ma del film di Batman