Ecco perché è cambiato l’aspetto di Thanos in Avengers: Infinity War

L’aspetto di Thanos è cambiato in modo significativo dal suo debutto nel 2012 nella scena post-credit di The Avengers, al suo cameo del 2014 di Guardiani della Galassia e nel 2015 di Avengers: Age of Ultron, per finire al Kolossal Avengers: Infinity War. La sua pelle e il colore dei suoi occhi sono diversi, così come il design della sua armatura. Ma quelle modifiche non erano semplici capricci dato che Marvel Studios hanno capito subito che il Folle Titano doveva cambiare per potersi adattarsi a una storia più lunga.

Matt Aiken, supervisore degli effetti visivi di Weta che si è occupato di Avengers: Infinity War ha detto:

Quelle sequenze in Guardiani sono quelle in cui lo vediamo meglio rispetto ai precedenti film dell’MCU. È stato liberatorio non dover corrispondere esattamente a quel design. Penso fosse normale avere un Thanos decisamente più stilizzato in quelle scene.

Ma quando doveva essere il protagonista e reggere un film e apparire in centinaia e centinaia di scene, è stato fantastico avere la possibilità di perfezionare il suo aspetto e rendere il suo viso più naturale, quindi qui è decisamente più dettagliato e ha un forma più naturale al viso, delle labbra, della fronte, del naso e tutti quei dettagli di cui stiamo parlando in termini di macchie, linamenti.

Se fossimo stati confinati in quelle precedenti iterazioni, sarebbe stato un limite eccessivo, penso, quindi non sia mai stato un problema modificarlo. Fin dall’inizio, Marvel ha riconosciuto la necessità di passare a una versione migliore di Thanos e non ci è mai stato chiesto di adeguarci alla versione precedente.

Insomma un nuovo Thanos che dopo Avengers: Infinity War dovremmo rivedere anche il prossimo anno in Avengers 4.

Recentemente inoltre Thanos col suo Guanto dell’Infinito non ha risparmiato davvero nessuno, neanche un supereroe DC che vedremo presto sul grande schermo come Shazam!.

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome