Meglio invece del suo compare The Flash fa il nono episodio di ‘Supergirl‘ che ritorna per il midseason premiere con una storia interplanetaria. L’episodio viene gestito bene e nonostante non ci siano grossi colpi di scena la puntata risulta avvincente, solida e convincente.

Supergirl ci trasporta in un nuovo mondo che traffica schiavi e per la precisione gli esseri umani

Bene il rapporto tra Alex e Maggie che risulta sempre più convincente che avrà dedicato tra l’altro un episodio a San Valentino; bene il leit motive della ricerca che nasconde la sorpresa interplanetaria che porterà gli eroi fuori dalla Terra; ottima l’applicazione di assenza dei poteri per i Kryptoniani in un pianeta senza sole che come sempre dimostra la vicinanza delle librerie DC ai propri progetti. Costumi e trucco davvero ottimi e l’uso di tecnologia spaziale o almeno l’immaginazione di armi di questo tipo convincente.

L’episodio di ‘Supergirl’ non è sorprendente ma fa le cose per bene, risulta gradevole, scritto bene e si vede la conoscenza del mondo DC applicata compiutamente. Assolutamente non convincente la conversione di James Olsen invece a vigilante che davvero non riesce nell’obiettivo di colpire lo spettatore, almeno me. Insomma alti e bassi anche qui ma sempre molto meglio di The Flash e la valutazione è certamente un piccolo passo avanti, dunque “Supergirl Lives”.