Non c’è davvero pace in questo periodo per il povero Stan Lee

La leggenda di Marvel Comics, Stan Lee, sta vivendo un periodo difficilissimo. Adesso potrebbe esserci pure un caso di strozzinaggio che lo vedrebbe coinvolto.

Il Daily Mail riferisce che la polizia ha arrestato due sospetti uomini armati che si sono presentati all’esterno della casa di Stan Lee minacciandolo. La segnalazione è arrivata al 911 intorno alle 19.30 di giovedì sera, diverse unità e un elicottero della polizia sono arrivate ​​sulla proprietà di Hollywood Hills di Stan Lee in pochi minuti. Sono stati arrestati due uomini e il Daily Mail rivela che uno dei sospettati ha affrontato Lee chiedendogli dei soldi indietro.

Un portavoce del dipartimento di polizia di Los Angeles ha dichiarato:

Gli agenti sono stati chiamati in una proprietà del blocco 9100 di Oriole Way alle 19.30 dopo le segnalazioni di un aggressione. È stato affermato che un sospetto aveva una pistola e stava minacciando [Lee]. Gli agenti hanno arrestato due individui che corrispondono alla descrizione ed è in corso un’indagine. Tre unità sono ancora nel luogo con ufficiali e detective.

A quanto pare gli uomini avrebbero affermato che Lee doveva loro dei soldi e sono arrivati ​​a casa sua per chiederglieli indietro. Stan Lee però sta vivendo una situazione difficile e addirittura Kevin Smith gli avrebbe proposto di andare a vivere da lui.

Una fonte anonima che ha assistito all’incidente ha dichiarato quanto segue:

C’erano due ragazzi che gli stavano chiedendo indietro dei soldi ed urlavano. C’è stato un confronto con Stan davanti  casa sua, ma Stan non conosceva nessuno dei due. Un ragazzo gli ha detto “Voglio i miei soldi” e quando si sono resi conto che i due uomini avevano delle pistole sono corsi dentro. L’avvocato di Stan, il socio in affari e l’infermiera erano con lui a casa. Ad un certo punto gli uomini hanno tirato fuori le loro pistole e gliele hanno puntate contro, a quel punto è stata chiamata la polizia

L’accaduto è ancora oggetto di indagine.

VIA

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome