Si allunga la gestazione del reboot cinematografico di Spawn targato Todd McFarlane che potrebbe finire nelle mani di Netflix

Dopo anni Spawn ha visto nuova luce grazie a Todd McFarlane che ha trovato in Blumhouse Productions la sua casa naturale. Il progetto sembrava più reale che mai, soprattutto dopo l’annuncio di Jamie Foxx nei panni del protagonista e di Jeremy Renner in quelli della spalla. Purtroppo sembra che la produzione del film non inizierà prima della metà del 2019.

Secondo Production Weekly, il reboot di Spawn non inizierà le riprese prima di giugno 2019 a Toronto, Canada. Durante quest’anno la pellicola sembrava davvero sulla buona strada ma a questo punto è chiaro che stia accadendo qualcosa dietro le quinte. In questo senso McFarlane a Comicbook si è detto possibilista nel poter vendere Spawn a un servizio di streaming come Netflix.

Sì, certo. Penso che il mondo stia cambiando davanti ai nostri occhi dato che non consumiamo solo intrattenimento ma anche film. Potrebbe esserci un giorno in cui premerai un pulsante e Star Wars sarà sul tuo computer e non dovrai andare al cinema.

McFarlane vuole semplicemente che i fan dei suoi personaggi vedano i film, tra cui Spawn, e gli show che realizzerà, indipendentemente dal modo in cui lo consumeranno.

Voglio che tutti li vedano qualunque sia il dispositivo, qualunque sia il meccanismo di consegna, non ho intenzione di sposarmi con un modello di distribuzione che potrebbe non essere altrettanto rilevante o efficiente perché è così che lo facevi. Ne parlerò con tutti.

VIA