Simon Kinberg si scusa per spiega per X-Men: Conflitto finale e spiega come Thor: Ragnarok abbia influenzato Dark Phoenix che sarà diverso dal precedente

Uno degli ostacoli principali di Dark Phoenix (qui il trailer) è il fatto che la trama del film sia per sommi capi la stessa di X-Men: Conflitto finale. Quest’ultimo è stato un disastro che ha costretto Fox a rebootare la timeline con X-Men: L’inizio.

Leggi anche – DC annuncia Flash: Anno Uno

Il regista e sceneggiatore Simon Kinberg si scusa per quel film ma dice che Dark Phoenix sarà tutta un’altra cosa paragonandolo a Thor: Ragnarok per il sapore spaziale, non per il tono che sarà drammatico.

Mi dispiace per X-Men 3. Abbiamo provato a raccontare la storia di Fenice Nera e non l’abbiamo fatto correttamente. Quindi, con questa storia di ‘Dark Phoenix’ non ci sarà la sottotrama della cura, non ci sarà altra trama. È la storia della Fenice Nera, com’è raccontata nei fumetti e nelle vignette. Sophie [ Turner ] è la protagonista del film, ecco perché il suo è l’unico personaggio presente nel teaser poster. L’intero film ruota intorno a lei. 

È un film diretto nello spazio, ispirato da ciò che Taika Waititi ha fatto con Thor, anche se il tono è totalmente diverso, quindi intendo solo l’abilità di creare un personaggio che è comunque realistico e divertente nonostante si trovi nello spazio. Il personaggio di Jessica Chastain interpreta un’aliena e questo è tutto ciò che posso dirti. Ma, sì, è la storia di Fenice Nera e se hai letto quel fumetto penso ti piacerà molto il film. 

Leggi anche – Venom 2: per Avi Arad la presenza di Carnage non garantirà il Rating-R

Dark Phoenix è stato posticipato al 7 giugno 2019.