Scorpion potrebbe essere la chiave per collegare i film del MCU con gli spinoff di casa Sony, introducendo nuovi villain nel già variegato universo di cattivi di casa Marvel. Questo Ottobre vedremo il Venom di Tom Hardy sul grande schermo e in casa Sony si accende la speranza che questo sia un glorioso inizio di numerosi successi, atti ad introdurre nuovi film sui super villains, considerando appunto che è stato già programmato l’inizio delle riprese ad Atlanta per la fine di quest’anno.
I fan si sono posti ovviamente una domanda: questi film saranno connessi al MCU?

È difficile accettare il fatto che personaggi come Venom e Black Cat rimangano fuori dall’Universo di Spider-Man. Purtroppo, non sono arrivate risposte chiare da parte di Marvel e Sony, rendendo il tutto abbastanza confuso. Ciò che appare è comunque l’intenzione da parte di Sony di non isolarsi completamente dal MCU: si vocifera infatti che Tom Holland appaia come Peter Parker nel film Venom.
Ed è tempo quindi di dare spazio ad una teoria basata su di un personaggio secondario introdotto proprio in Spider-Man: Homecoming. Scorpion potrebbe essere molto più importante di quanto si pensi in realtà.

Nei fumetti, Scorpion è uno dei nemici “più vecchi” di Spider-Man. È stato “creato” da J. Jonah Jameson, credendo che Spider-Man fosse una terribile minaccia. Jameson ha assunto un investigatore privato – Mac Gargan – per scoprire come Peter Parker ottenere le foto di Spider-Man. Gargan fallisce nell’intento e Jameson decide di ricorrere a metodi “più diretti” per assicurare Spider-Man alla giustizia. Tenta un esperimento tramite la mutazione genetica, usando Gargan come cavia ma qualcosa va storto: l’esperimento non ha dato solo dei super poteri a Gargan, ma lo ha reso anche pazzo. L’ironia nella vicenda sta nel fatto che Scorpion appare tante volte in Spider-Man quante sono le volte in cui Spidey ha dovuto salvare la vita di Jameson, dato il desiderio di vendetta di Gargan nei confronti del suo creatore.
Scorpion, ha fatto il suo debutto in “Spide-Man: Homecoming” con il volto di Michael Mando. È comparso sia all’inizio che alla fine, precisamente nella scena post-credit in cui chiede all’Avvoltoio la vera identità di Spider-Man. Il suo aspetto è ispirato alla versione Ultimate del personaggio – con tanto di cicatrici e tatuaggi – e ci aspettiamo un suo ritorno in Spider-Man 2.

Intrigante è la presenza di numerose notizie che alludono alla presenza di Scorpion nel secondo spinoff di casa Sony, “Silver & Black”. Molte fonti hanno confermato che il film avrà come villain principale Mendell Stromm: Black Cat ruberà preziose informazioni che potrebbero screditarlo e rovinarlo, essendo appunto un elemento di spicco della Oscorp. Nel frattempo, Silver è interessata nel comprare le informazioni, mossa dalla vendetta personale nei confronti di Stromm stesso.
In ogni caso, sarà un film che ruoterá attorno alla presenza di numerosi villain come supporto – e quindi alleati – a Silver Sable e Black Cat o come “scagnozzi” di Stromm. Ed è qui che entra in gioco Scorpion: è uno degli uomini più fidati di Stromm, assieme al villain Tarantula. Ed è importante notare come questa versione di Scorpion sarà provvista di un esoscheletro completo della tradizionale coda, rendendolo forse uno dei villain più pericolosi di questo film. Nonostante questi siano rumor e vi invitiamo come sempre a prenderli con le pinze, vi è la concreta possibilità che sia tutto vero, considerando le moltiplici fonti che lo attestano.

Perché sia Marvel che Sony ritengono Scorpion così importante? La domanda sorge dal fatto che Marvel ha basato la sua versione di Scorpion sulla versione Ultimate. In questo universo, Gargan è divenuto un boss mob che lavora con Prowler. Quando Prowler lo tradisce, Gargan vuole farla pagare a New York ed è qui che incrocia il suo cammino con quello di Miles Morales, il nuovo Spider-Man. Gargan è divenuto il nemico più importante per Miles, soprattutto perché Prowler – alias Aaron Davis – è lo zio di Morales.
Miles è il personaggio più atteso e tutti si aspettano di vederlo debuttare nel MCU presto o tardi. Inoltre, Marvel ha introdotto suo zio Aaron in Homecoming, interpretato da Donald Glover, il quale ha menzionato esplicitamente suo nipote. È scontato quindi che Marvel voglia introdurre un nuovo Spider-Man nel momento in cui servirà nuova linfa per la realizzazione di nuovi film, attingendo da un arco narrativo molto amato.
Sony, d’altro canto, è determinata nel proseguire con la realizzazione di film sui super villains di Spider-Man. Rumor recenti affermano che “Silver & Black” contenga uno spropositato numero di cameo dato che il duo girerà per l’intero globo. L’obiettivo di Sony è quello di dare un senso a questo mondo di supervillain, far capire come questo sia sempre esistito e come i diversi cattivi siano collegati in termini di relazione e storia.

Scorpion è quindi l’unico collegamento, al momento, tra MCU e Sony. Ma come possiamo esserne certi?
Dobbiamo tenerci pronti ed analizzare i vari indizi che ci verranno mostrati nel corso di questi mesi: se, ad esempio, vi sarà un re-casting per Scorpion, avremo la certezza che i film sui super villains non saranno legati al MCU – e vedremo due versioni di Scorpion nel 2019. Se Marvel e Sony collaboreranno per il franchise di Spider-Man, allora il terreno su cui poggeranno i futuri film sarà molto solido e florido, attingendo dall’universo classico e da quello Ultimate.

Qualunque siano le loro decisioni, cosa farà Sony di Scorpion sarà l’indicatore di come procederà il franchise. Intanto, vi ricordiamo il primo appuntamento con gli spinoff dello Spider-verse: “Venom”, in uscita ad Ottobre 2018.

Vedi anche – Il Trailer di Venom – Il Primo Poster