Lo sceneggiatore e regista di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, Rian Johnson, ha confermato di stare ancora lavorando alla nuova trilogia

In un messaggio pubblicato sul suo account Twitter ufficiale, il regista Rian Johnson ha confermato che sta ancora lavorando alla nuova trilogia di Star Wars di Lucasfilm.

Leggi anche – Black Adam: la storia c’è, sceneggiatura quasi completa

Prima dell’uscita de Gli Ultimi Jedi, Lucasfilm ha annunciato che il regista Rian Johnson avrebbe lavorato a una nuova trilogia di Star Wars separata dalla saga degli Skywalker e incentrata su nuovi personaggi.

Mentre Star Wars:Gli Ultimi Jedi è stato un successo di critica e pubblico, diversi spettatori si sono lamentati del film e la debacle di Solo: A Star Wars Story non avrebbe fatto dormire sonni tranquilli a Johnson. Infatti recenti voci affermavano che Lucasfilm stava valutando di staccare la spina alla nuova trilogia del contraccolpo al box-office del film di Ron Howard. La cosa è proseguita con la serie animata Star Wars Resistance che ha ricevuto una valanga di dislike nel trailer.

Leggi anche – Kevin Feige smentisce il suo ingresso in Lucasfilm

Attualmente quindi è guerra aperta tra i fan e Disney, rea di aver rovinato la saga. E la nuova trilogia? Beh il regista Rian Johnson è intervenuto direttamente su Twitter per bloccare le voci con uno strano e laconico “Sì”. Di seguito:

Il prossimo film di Star Wars ad uscire nelle sale sarà l’ultimo capitolo della saga degli Skywalker. Proprio da quest’ultimo ci arriva un nuovo video che vede Bily Dee Williams durante un allenamento:

Inoltre Oscar Isaac – che recentemente ha avuto un meeting con Warner Bros. – ha rivelato a USA Today come sarà lo status della nuova resistenza:

Sono guerriglieri, molto simili a quelli della Rivoluzione o quelli di Cuba con il Che e Fidel. Vivono sulle montagne effettuando veloci raid e tornando indietro cercando di nascondersi dall'”impero” degli Stati Uniti. Sarà quel tipo di situazione.

Leggi anche – Joaquin Phoenix Joker vero in vista delle riprese [FOTO]

La trilogia originale dei film stabiliva che i membri più eroici dell’Alleanza Ribelle potevano sopravvivere, anche se questi nuovi film, tra cui Rogue One: A Star Wars Story, hanno dimostrato che Lucasfilm non ha problemi a uccidere qualsiasi personaggio quando la storia lo richiede.

Hai sentito parlare delle storie su (George) Washington generale, dove molte persone sono morte in base ai suoi ordini, ma questo fa parte della leadership e di quel tira e molla nella lotta per capire come andrà il conflitto. È un film di guerra. Voglio dire è pur sempre un film sui guerrieri.

VIA