RECENSIONE 'BATMAN: THE KILLING JOKE

Batman
Home » Recensioni » Recensione ‘Batman: The Killing Joke’ – Cosa deve succedere affinché una persona perda la ragione?

Recensione ‘Batman: The Killing Joke’ – Cosa deve succedere affinché una persona perda la ragione?

Batman: The Killing Joke
Recensione ‘Batman: The Killing Joke’ – Cosa deve succedere affinché una persona perda la ragione?

Cosa deve succedere affinché una persona perda la ragione e quanto la disperazione porta la mente a spezzarsi? Un piano quello del Joker, doppiato da un magistrale Mark Hamill (‘Star Wars’), congegnato nei più piccoli particolari per cercare di spazzar via una delle poche speranze di Gotham City, il buon commissario Gordon. Il tramite per raggiungere il suo obiettivo è l’incolpevole Barbara, sua figlia, che in questa versione immaginata dal regista Sam Liu e lo sceneggiatore Brian Azzarello, ne diventa indiscutibilmente la sua protagonista.

Batman: The Killing Joke‘ è infatti molto più della celebre graphic novel scritta da Alan Moore, questo grazie al lungo prologo iniziale che ci permette per la prima volta di approfondire gli aspetti più intimi dei personaggi coinvolti. Non si tratta solamente di un folle dramma e lo dimostrano i sentimenti del capitolo introduttivo che prendono a sorpresa il sopravvento. Prima di tutto infatti conosciamo Batgirl impegnata non solo nella lotta al crimine ma anche e soprattutto coi suoi sentimenti che la porteranno in una strada senza ritorno.

Batman



Quello che più traspare è la sensazione assai diversa e più matura che emana il suo personaggio che ha una parabola formidabile per tutto il lungometraggio – che ha una durata pari a 72 minuti, ovvero un’ora a 12′. La parabola è quella della crescita interiore che la porterà dapprima a scontrarsi coi suoi sentimenti e nella parte finale prendere in mano tutto il suo coraggio e la sua maturità per vedere le cose sono un’ottica responsabile. Molto spesso però alcune scelte finiscono per portare al momento sbagliato dove l’inimmaginabile ti può cogliere alla sprovvista.

“‘Batman: The Killing Joke’ è la folle rappresentazione di un dramma che ridefinisce alcuni aspetti della Graphic Novel” 

La parabola della crescita è fondamentale per avvicinarci interiormente a Barbara Gordon nel momento in cui Joker colpisce in maniera folle, terribile e incontrollata: quindi il duo Sam Liu, Azzarello riesce nell’intento prefissato. Infatti ‘Batman: The Killing Joke‘ è una storia a doppio filo che lega in un triangolo, prima Batman e Batgirl, poi Batman e Gordon – col Cavaliere Oscuro sempre al vertice del suo dramma personale. Sarebbe però fin troppo riduttivo dire che Barbara sia solo il mezzo in questa storia, probabilmente nel fumetto poteva sembrare così, ma grazie al prologo inedito la vera protagonista risulta essere proprio lei, anche nei momenti in cui Batman sarà impegnato nel salvataggio disperato nell’habitat prediletto dal Joker. La macchina fotografica doveva purtroppo servire a qualcosa…

Batman

Nel complesso convincono anche i momenti d’azione ma soprattutto la rappresentazione del dramma col Joker che vuol dimostrare a tutti i costi  che anche un uomo retto e normale come il commissario Gordon possa facilmente scivolare nella follia pura con una sola giornata terribile. Queste situazioni sono utili anche per mostrarci il passato del Joker che però nei momenti topici manca di consistenza. Come sempre roccioso e taciturno invece il Batman doppiato dal bravo Kevin Conroy che questa volta come in nessun altro lungometraggio – soprattutto negli scampoli finali – dimostra una vena di follia come il suo alter ego.

Conclusione

Nel complesso ‘Batman: The Killing Joke‘ piace e convince, soprattutto per il tocco di novità dato dalla parte iniziale che non fa parte del fumetto ma serve a mostrarci una caratterizzazione migliore dei personaggi. Barbara Gordon in questo senso finisce per diventarne l’assoluta protagonista divisa dai suoi sentimenti e dal dramma che la colpirà di lì a poco. Complimenti a Mark Hamill per il doppiaggio al Joker, che gli conferisce un’aria ancor più folle e spaventosa. Peccato però che i flashback non riescano ad essere così ficcanti come avremmo sperato, sia perché alcuni momenti davvero drammatici sono gestiti male, senza neanche un anelito di pathos e sia per i disegni del viso di Joker che sembrano mancare di qualità. Altra nota dolente è l’assenza del doppiaggio italiano, perché?

2.5/5 (4)
2.5/54

Vota anche tu!

0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

2.5/5 (4)
PRO
- Parte inedita convincente soprattutto per la caratterizzazione dei personaggi tra cui Barbara...
- ... Che diventa l'assoluta protagonista del film.
- Convincenti anche i momenti dove il sentimento prende il sopravvento
- Doppiaggio di Mark Hamill al Joker davvero straordinario
- Convincono nel complesso anche i momenti d'azione e la rappresentazione e il dramma...
CONTRO
...nonostante nel particolare ci siano alcuni momenti poco realistici che potevano essere fatti meglio e mi riferisco soprattutto ai flashback.
- Alcuni disegni del viso di Joker sempre parlando dei flashback potevano essere fatti con un pò più di attenzione.
- Assente il doppiaggio italiano.

8.5

VOTO REDAZIONE

VOTO UTENTI



Vota anche tu!

0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

  • DISTRIBUTORE: Warner Home Video

  • REGIA: Sam Liu, Bruce Timm

  • CAST: Kevin Conroy, Mark Hamill, Tara Strong, Ray Wise

  • Principe Oscuro

    Di The Killing Joke non ha quasi niente questa versione. La prima mezz’ora non non serve neanche tanto a presentare Barbara, serve solo per dare al film d’animazione più tempo. Se almeno era collegata in qualche modo alla vera storia si poteva anche sopportare, ma invece c’è quella sensazione sgradevole di distacco con The Killing Joke… e anche tanto! Mentre la storia tratta dall’opera originale non ha un camminio preciso che porta Batman a riflettere su dove andrà la sua rivalità con Joker, non ha un cammino interiore dell’uomo dietro il trucco o la maschera e non ha tutte le metafore che esprimeva ogni vignetta dell’opera. Sono rimasto molto deluso soprattutto dalla scena della battuta finale del Joker. Hamill si sarà anche impegnato, ma non basta per far funzionare la scena tra Joker e Bats dove alla fine scoppiano a ridere entrambi.

Altro su Batman: The Killing Joke

Batman

Batman: The Killing Joke, ecco il trailer onesto

Stefano De Luca31 agosto 2016
Batman: The Killing Joke

Batman: The Killing Joke, 3.8 milioni al botteghino in sole due notti

Stefano De Luca29 luglio 2016
Batman

Batman e Batgirl: svelato il loro rapporto in ‘Batman: The Killing Joke’ [Spoiler]

Livio Rezoagli23 luglio 2016
Batman: The Killing Joke

Batman: The Killing Joke, Mark Hamill e la spada laser di Joker

Stefano De Luca20 luglio 2016
Batman

‘Batman: The Killing Joke’ nella colonna sonora canta anche Mark Hamill / Joker

Livio Rezoagli18 luglio 2016
Batman: The Killing Joke

Batman – The Killing Joke: Mark Hamill si trasforma in Joker allo Star Wars Celebration

Livio Rezoagli17 luglio 2016
Batman

Batman: The Killing Joke, Mark Hamill sarà ancora Joker e nuovo footage

Stefano De Luca15 luglio 2016
Batman

Batman: The Killing Joke, nuovo trailer per il film animato

Livio Rezoagli5 luglio 2016