RECENSIONE KINGSMAN - IL CERCHIO D'ORO

Kingsman


Kingsman – Il Cerchio d’Oro: Recensione

film
Kingsman – Il Cerchio d’Oro: Recensione

Un Kingsman deve incarnare i modi e i principi del moderno cavaliere, il gentleman, ed è proprio in questo modo che ritroviamo Eggsy (Taron Egerton) che ha raggiunto una maturità tale da potersi ritagliare non solo uno spazio per i servizi segreti ma anche per la sua vita privata. In questo contesto ritroviamo pure Roxy fedele spalla dell’agente Kingsman protagonista che in poco tempo sarà costretto a fiondarsi subito nell’azione, infondo se il dovere chiama il respiro sott’acqua dovrai pur trattenerlo.

Il Cerchio d’Oro” dunque ci riporta subito in un’azione caotica del franchise con la sua consueta stravaganza portandoci in poco tempo alla conoscenza del terribile nemico che minaccia l’esistenza stessa dei servizi segreti privati. Infatti il Cerchio d’Oro altri non è che il simbolo – e il nome – di una potentissima organizzazione criminale capitanata da Poppy Adams (Julianne Moore) che per vedere legalizzato il consumo della droga è pronto davvero a tutto.

Kingsman

Come detto quindi i ritmi partono serrati fin dal principio e i momenti più leggeri, romantici e ilari non rovinano l’esperienza forsennata anzi spezzano bene dando un attimo di respiro allo spettatore e aiutandolo a focalizzare meglio la minaccia. Infatti in questo contesto l’idea di base e la sceneggiatura audace pongono le basi per il futuro della saga e Matthew Vaughn è stato astuto a sfruttare l’espediente di un nemico estreamente potente per cambiare definitivamente le carte in tavola. Per questo la trama ci immergerà per forza di cose nel suo intreccio a tratti sorprendenti, dove non solo l’azione ma l’humor e soprattutto i sentimenti confezionano un prodotto valido.

Le spie Kingsman tornano in azione con tanto cuore, coraggio e…stravaganza

Con il caos che accade nel primo atto i nostri eroi saranno costretti a spostarsi negli Stati Uniti e lì incontreranno i nuovi membri della squadra tra cui l’agente Tequila interpretato da un non troppo sveglio Channing Tatum che bada più al compitino e forse si prepara per il terzo capitolo, dove più che il fisico, il ballo e il ruolo del bell’addormentato ci mette anche qualche battuta in più dal copione, infondo è pure un attore eh. In questo contesto complicato Eggsy, o Galahad, e Merlino (Mark Strong) si troveranno ben presto a fronteggiare da soli i pericoli e ci vorrà un po’ perché lo smemorato torni definitivamente alla base e possa aiutarli nella missione.

kingsman

Infatti non me ne voglia Taron Egerton ma c’è poco da fare Colin Firth è sempre una spanna sopra tutti. Una volta tornato all’azione infatti dimostra una maturità, una dialettica, un atteggiamento da vero gentleman oltre che ovviamente da vero agente del Kingsman. Ovviamente il livello recitativo dopo l’incontro insoddisfacente con l’agente tequila e l’agente whiskey sale per forza di cose e da quel momento è lui che tira avanti la baracca; infatti la storia si costruisce sulla sua arguzia e torna l’inesperienza di Eggsy che pensa di avere il mondo ai suoi piedi, purtroppo capirà ben presto che non è così.

Sì Eggsy come vi ho scritto sopra è cresciuto parecchio, è un gentleman ormai, e trova pure l’amore che però porterà con sè degli strascichi che s’inseriranno nella sotto-trama dedicata al protagonista. Avrà momenti esilranti, teneri – conditi purtroppo da un montaggio frettoloso, peccato che ci finisca lui nel mezzo – e parecchio imbarazzanti che ci avvicineranno ancor di più al personaggio e gli spalancano ancora una volta le porte per il futuro nonostante sembra avrà parecchio da fare con altri comprimari.

Una menzione speciale va a Mark Strong dove riesce a portare all’apice il suo personaggio che finirà durante il film per avere un momento davvero intenso che scalderà i cuori ai più e Taron Egerton insieme a Colin Firth sono stati perfetti spalle in quel momento.

Kingsman

Infatti tutti e tre, Galahad senior, junior e Merlino compongono un trio eccezionale nell’ultimo atto del film semrando davvero un gruppo di eroi pronti al tutto per tutto pur di salvare il mondo. Peccato per il resto dei dettagli perchè sulla fotografia si poteva fare qualcosa di più, sui costumi invece molto bene, nulla da dire sul doppiaggio italiano molto buono. Forse unico neo nei punti più concitati sono gli effetti visivi un po’ sottotono.

Conclusione

Kingsman – Il Cerchio d’Oro” punta molto sui capisaldi del franchise alzando la posta in gioco per il futuro senza allontanarsi dal discorso attuale dando vita a un’altra fresca esperienza nel panorama action che non disdegna i sentimenti e l’humor. C’è qualcosa evidente che non va nonostante sia nel complesso un prodotto sicuramente da premiare oltre che da consigliare.

3.83/5 (3)

Vota anche tu!

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

3.83/5 (3)
PRO
- Imprescindibile Colin Firth
- Trama che pone le basi per il futuro non dimenticando il presente
- Parabola di crescita di Eggsy presentata e sviluppata bene
- Mark Strong fantastico nel ruolo
- Bene i costumi
- Tono roccioso
CONTRO
- Azione un po' troppo stravagante con effetti visivi sottotono
- Villain forse un po' troppo bizzarro
- Montaggio frettoloso in alcuni punti
- Così, così Channing Tatum
7.8

VOTO REDAZIONE

VOTO UTENTI


Vota anche tu!

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js">
  • DISTRIBUTORE:

  • REGIA:

  • CAST:

Aggiungi un commento

Altro su film

Vin Diesel Bloodshot

Bloodshot: ecco la sinossi del film con Vin Diesel

Livio Rezoagli16 ottobre 2018
Bumblebee

Bumblebee: torna Optimus Prime nel trailer italiano

Livio Rezoagli27 settembre 2018
Dwayne Johnson King

Dwayne Johnson sarà il Re Kamehameha nel nuovo film di Robert Zemeckis

Livio Rezoagli4 settembre 2018
Detective Pikachu

Detective Pikachu: ecco il logo e i personaggi

Livio Rezoagli30 agosto 2018
John Wick: Chapter 3 Keanu Reeves

John Wick: Chapter 3, ecco Ian McShane & Laurence Fishburne [FOTO]

Livio Rezoagli23 agosto 2018
Idris Elba James-Bond Donny Boyle

Idris Elba non sarà James Bond, Danny Boyle lascia la regia

Livio Rezoagli23 agosto 2018

Vuoi contribuire a mantenere e migliorare i nostri servizi per un informazione sempre attenta e puntuale con poca pubblicità? Clicca su sostienici ora e lascia il tuo contributo libero.

Sostienici ora

Leggi questo articolo grazie al contributo di: