RECENSIONE DEADPOOL 2

Deadpool 2 Supereoi-News.com
Home » Recensioni » Deadpool 2: recensione del film con Ryan Reynolds

Deadpool 2: recensione del film con Ryan Reynolds

DEADPOOL 2 ALZA LA POSTA IN GIOCO IN UN TRIPUDIO DI AZIONE E RISATE  

Deadpool 2
Deadpool 2: recensione del film con Ryan Reynolds

L’eroe più dissacrante mai visto al cinema  è finalmente tornato sul grande schermo e questa volta non ce n’è per nessuno. Dopo aver assistito alle origini del personaggio nel film diretto da Tim Miller nel 2016, in Deadpool 2 Wade Wilson è chiamato a combattere un cattivo tutto fuorché classico. Ma come il Deadpool precedente, questo secondo capitolo continua a mettere sulla bilancia il concetto di eroe e cattivo in una mescolanza sempre costante che avvolge lo stesso protagonista.

Nel raccontare brevemente la trama di questo primo sequel senza scendere in sgraditi spoiler, troviamo Wade Wilson alle prese con Russell Collins, un ragazzino mutante proveniente da un centro di riabilitazione per individui con potenzialità. Quando Cable, misterioso personaggio arrivato dal futuro, si mette sulle tracce del ragazzino, Deadpool, seppur riluttante, mette su una squadra di personaggi speciali, la X-Force con, tra gli altri, la fortunatissima Domino, per proteggere Russell dalla furia omicida del personaggio interpretato da Josh Brolin.

Deadpool 2

Deadpool 2, questa volta diretto da David Leitch, il regista che ha “ucciso il cane di John Wick”, si propone sin da subito essere diverso dal capitolo precedente dedicato all’anti-eroe Marvel creato da Fabian Nicieza e Rob Liefeld nel 1991. Infatti, come annunciato dallo stesso protagonista all’inizio del film, questo è un lungometraggio per famiglie. Ma come può davvero esserlo? Certamente volgendo lo sguardo a due anni fa è quasi impossibile pensare che Deadpool possa davvero esser considerato un film per grandi e piccini. Eppure un impianto narrativo più leggero, ma sicuramente non snaturante, rende questo sequel una naturale evoluzione di un franchise attualmente unico nel panorama dei cinecomics che vedono il progetto Avengers il suo diamante di punta.

DEADPOOL 2 ALZA LA POSTA IN GIOCO IN UN TRIPUDIO DI AZIONE E RISATE  

Sin dal suo debutto per la regia di Tim Miller, Deadpool è riuscito a guadagnarsi un posto d’onore all’interno del genere cinematografico di cui fa parte. Il personaggio, esterno all’Universo Cinematografico Marvel, ma facente parte, a modo suo, dell’Universo X-Men, è una mosca bianca in quanto a stile narrativo e toni di racconto, ma non solo. In questo film, partito alla grande al botteghino italiano e internazionale, non mancano le caratteristiche che hanno reso autentico ed originale il personaggio di Wade Wilson. Ironico, sprezzante, dissacrante, politicamente scorretto e scurrile e dotato di una morale tutta sua, Deadpool non risparmia mai nessuno e non si lascia intimidire da iconici botta e risposta sempre ai limite di una folle genialità.

Deadpool 2

L’attore protagonista, sempre più a suo agio nelle vesti del Mercenario Chiacchierone, spinge ancor più in là l’asticella di iconicità del suo personaggio senza mai scadere nel patetico o nel buonista. Non mancano violenza gratuita, combattimenti da cardiopalma, una certa dose di splatter e continui rimandi non solo agli altri film Marvel – Wolverine, anche qui, sembra esser il più bersagliato – ma anche ad altri film entrati a far parte della storia del Cinema. Il fan più attento non potrà restare indifferente di fronte a battute certamente concepite al dettaglio ed, a volte, anche dotate di una certa elegante sottigliezza.

La linea narrativa di Deadpool 2 è probabilmente l’unico punto di debolezza del film. Seppur non abbia grandi problemi di scrittura, questa non convince del tutto e, quasi consapevolmente non si sforza nemmeno di volerlo fare davvero. Ciò che conta sono le dinamiche fisiche e verbali tra i personaggi che interagiscono fra loro in un vortice di azione e battute in cui Deadpool fa da fulcro centrale. 

Deadpool 2

Conclusione

Grande intrattenimento, mai volgare ma sempre esplicito ed adulto, si presta naturalmente ad una visione fluida forse rallentata da una prima parte meno dinamica del previsto. Espedienti tecnici già sperimentati con successo nel primo film, come la continua rottura della quarta parete da parte di Wade Wilson, fa di questo Deadpool 2 un film in cui lo spettatore è parte del film stesso. Impossibile quindi non continuare ad amare questo personaggio così diverso – un eroe al contrario  – che, in fondo, è molto più vero di tantissimi altri.

4.5/5 (2)

Vota anche tu!

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

4.5/5 (2)
PRO
- Non mancano battute dissacranti e botta e risposta da Oscar
- Ryan Reynolds è più Deadpool che mai in questo secondo capitolo
- I personaggi secondari arricchiscono il caleidoscopio di dinamiche interne al gruppo
- Scene d’azione da cardiopalma e dall’alto tasso di eccitazione
CONTRO
- La prima parte del film fatica a carburare come dovrebbe
- Il tono del film è più leggero del primo capitolo
- La sceneggiatura pecca di alcune lacune fondamentali
8.0

VOTO REDAZIONE

VOTO UTENTI


Vota anche tu!

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

  • DISTRIBUTORE: 20th Century Fox

  • REGIA: David Leitch

  • CAST: Ryan Reynolds, Josh Brolin, Zazie Beetz, Brianna Hildebrand, Shioli Kutsuna, Karan Soni, Stefan Kapičić

Aggiungi un commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro su Deadpool 2

Deadpool 2

Deadpool 2: il trailer delle versione estesa Home Video

Livio Rezoagli17 luglio 2018
Deadpool 2

Deadpool invade le cover altrui sui Blu-Ray Fox

Livio Rezoagli13 luglio 2018
Deadpool

Deadpool 2: scena eliminata svela un villain X-Men [FOTO]

Denise Maria Paulis11 luglio 2018
Deadpool 2 X-Force

Deadpool 2, Ryan Reynolds svela l’uscita della versione estesa nell’Home Video

Denise Maria Paulis10 luglio 2018
Cable Josh Brolin

Josh Brolin spera in un Cable migliore per X-Force

Livio Rezoagli29 giugno 2018
Julian Dennison Deadpool 2

Deadpool 2 a 705 milioni nel mondo, terzo film R-Rated di sempre

Livio Rezoagli26 giugno 2018