Svolta epocale per gli Oscar con i Blockbuster che avranno la loro categoria ma dietro sembra esserci la zampino di Disney

L’Academy Awards ha annunciato l’intenzione di aggiungere ufficialmente una nuova categoria agli Oscar, quella dei Popular Film. Questo vuol dire d’ora in avanti che i blockbuster sono sempre più vicini all’ambita statuetta. Il problema di fondo, secondo quanto riguarda Comicbook è che dietro potrebbe esserci Disney.

Leggi anche – Warner Bros. ora vuole James Gunn nonostante Marvel…

Un nuovo approfondimento di Variety suggerisce che la nuova categoria derivi da un consiglio di ABC che ha registrato dei rating poveri per gli Oscar 2018. Infatti i numeri hanno toccato un minimo storico con la partecipazione diminuita di quasi il 40% dal 2014. Secondo il report la nuova categoria sarebbe stata spinta da ABC poiché la rete è destinata a trasmettere la premiazione il prossimo anno.

ABC non ha commentato il cambiamento della politica ma se fosse vero sarebbe essere un cambiamento parecchio problematico per gli Oscar. Disney infatti possiede ABC e quali sono i più grandi successi del 2018 fino ad oggi? I primi tre al botteghino americano e mondiale sono senza dubbio Black Panther, Avengers: Infinity War e Gli Incredibili 2. Tutti sono realizzati da studi di proprietà Disney e distribuiti da Walt Disney Pictures.

Leggi anche – Joker: ecco quando iniziano le riprese del film con Joaquin Phoenix

A questo si aggiungono i circa 70 milioni di dollari annui per i diritti televisivi agli Oscar che Disney paga tramite ABC. Quindi la domanda viene spontanea, non sarà mica conflitto di interessi che sancisce l’acquisizione degli Oscar da parte di Disney? Certo è una provocazione ma dati alla mano le cose non sembrano assolutamente trasparenti.

Negli ultimi dodici anni Disney ha acquistato diversi studi, tra cui Pixar, Lucasfilm e Marvel Entertainment. La loro ultima acquisizione della 21st Century Fox ha già provocato alcune critiche da parte di coloro che temono, una volta completata la fusione, che la Disney avrà abbastanza potere per dominare il box-office – e non solo in termini di incassi al botteghino. Alcuni temono che il gigante dell’intrattenimento avrebbe un significativo effetto leva sui cinema/ catene cinematografiche portandoli in vantaggio rispetto agli studi concorrenti, tra cui Universal, Warner Bros. Paramount, Sony-Columbia e Lionsgate.

Leggi anche – Fox approva l’offerta Disney da 71,3 miliardi, X-Men MCU realtà