Cinema le Ultime

Aquaman copertina poster
Cinema

Aquaman – Recensione

Flavia Svaluto6 Gennaio 2019
Cinema

Hellboy: ecco il trailer ufficiale

Stefano De Luca20 Dicembre 2018
Aquaman Justice League DCEU
Cinema

Aquaman porta il DCEU ai 4 miliardi

Livio Rezoagli17 Dicembre 2018
aquaman-box-office-china
Box Office

Aquaman sale a 261 milioni in tutto il mondo

Livio Rezoagli16 Dicembre 2018
Spider-Gwen Spider-Man
Cinema

Spider-Man: Un Nuovo Universo, lo spinoff con Silk & Spider-Woman

Livio Rezoagli15 Dicembre 2018
Deadpool Wolverine Captain America Chris Evans
Cinema

Chris Evans vuole il crossover Deadpool, Wolverine

Livio Rezoagli15 Dicembre 2018
Morbius Adria Arjona Martine Bancroft Jared Leto
Cinema

Adria Arjona sarà Martine Bancroft in Morbius con Jared Leto

Livio Rezoagli15 Dicembre 2018
Vedova Nera Rob Hardy direttore della fotografia
Cinema

Vedova Nera: ingaggiato il direttore della fotografia di Mission: Impossible – Fallout

Livio Rezoagli15 Dicembre 2018
Hellboy David Harbour
Cinema

Hellboy: è in arrivo il primo trailer

Livio Rezoagli15 Dicembre 2018
Sinistri Sei
Cinema

Sinistri Sei: confermato, Sony lo sta ancora sviluppando

Livio Rezoagli14 Dicembre 2018
aquaman-box-office-china
Cinema

Aquaman incassa 135 milioni nella prima settimana in Cina

Livio Rezoagli14 Dicembre 2018
Jason Momoa Henry Cavill
Cinema

Jason Momoa su Henry Cavill: “non lascia Superman”

Livio Rezoagli14 Dicembre 2018
Avengers: Endgame maschera Iron Man
Cinema

Avengers: Endgame, 20 nuove teorie dopo il trailer

Livio Rezoagli14 Dicembre 2018
Vedova Nera Gli Eterni Marvel Studios
Cinema

Marvel Studios girerà uno dei prossimi film a Racconigi?

Livio Rezoagli13 Dicembre 2018
Venom Miles Morales Spider-Man
Cinema

Venom: Shameik Moore vuole lo Spider-Man di Miles Morales

Livio Rezoagli13 Dicembre 2018
Thanos-Farmer Avengers Endgame
Cinema

Avengers: Endgame, svelato il nuovo logo

Livio Rezoagli13 Dicembre 2018
Black Panther
Cinema

Black Panther nomination ai SAG Awards tra cui Miglior Cast

Livio Rezoagli12 Dicembre 2018
Captain Marvel
Cinema

Captain Marvel: nuova immagine ufficiale

Livio Rezoagli12 Dicembre 2018
Avengers: Endgame Age of Ultron
Cinema

Il titolo di Avengers: Endgame già pronunciato in Age of Ultron

Livio Rezoagli12 Dicembre 2018
Captain Marvel Thor Mjolnir
Cinema

Per Brie Larson Captain Marvel può sollevare Mjolnir

Livio Rezoagli12 Dicembre 2018

Aquaman – Recensione

Il tempo di sorgere per il Re dei Sette Mari è finalmente arrivato nella recensione di Aquaman

Dopo L’Uomo d’Acciaio di Zack Snyder del 2013, Batman v Superman: Dawn of Justice, Suicide Squad, Wonder Woman e Justice League del 2017, Warner Bros e DC Films tornano con Aquaman.

La pellicola di James Wan si può definire la storia delle origini di Arthur Curry, metà umano e metà atlantideo, nato dalla relazione proibita tra la regina del regno di Atlantide, Atlanna, e un umano, il guardiano del faro Thomas Curry. L’impresa di Arthur, conosciuto come Aquaman, sarà quella di unire i due mondi dei genitori, mettendo costantemente alla prova la sua forza e il coraggio delle sue convinzioni, affrontando molteplici sfide per scoprire se sia degno di divenire ciò per cui è nato, ovvero un re.

Il protagonista scopre fin dalla tenera età di possedere diverse abilità sovrumane come il respirare sott’acqua, nuotare a velocità supersonica, comunicare telepaticamente con la vita sottomarina, nonché svariati poteri tra cui una forza straordinaria, sensi potenziati e una pelle impenetrabile. La star che interpreta il personaggio, Jason Momoa, sottolinea l’identità del personaggio, mascherando abilmente le vulnerabilità di Arthur, rappresentando il suo lato duro e sarcastico ed infondendo così un marchio umoristico unico a questo nuovo supereroe della DC.

Al fianco di Arthur c’è la co-protagonista femminile, Mera (Amber Heard), figlia del re Nereus e Principessa del regno acquatico di Xebel. Il personaggio si dimostra una formidabile e fiera eroina, degna alleata di Aquaman nel tentativo di salvare il mondo. Oltre al suo status regale, ha il dono dell’idrocinetica, una straordinaria e potente abilità nel manipolare l’acqua. L’antagonista nella storia è invece il fratellastro minore di Arthur, lo spregiudicato e arrogante Orm, il cui scopo è quello di governare il regno sottomarino e dichiararsi signore degli oceani. Fondamentale nella crescita del giovane Aquaman si rivela poi Nuidis Vulko (Willem Dafoe) uomo di stato fedele al trono, unico collegamento sulla terra con il suo lato atlantideo, è colui che mostra ad Arthur i suoi poteri e le sue potenzialità derivanti dal Dna materno.

Le tematiche affrontate sono diverse. Innanzitutto, giova rilevare una grande attenzione al problema dell’inquinamento della terra e degli oceani, la cui bellezza è violata dal popolo della terra che riversa ogni tipo di rifiuto non mostrando il minimo riguardo per la natura, ma vi sono continui riferimenti, sovente impliciti, anche a valori importanti come la famiglia ma soprattutto il rispetto delle diversità e la parità tra l’uomo e la donna soprattutto con Mera (Amber Heard) e Atlanna (Nicole Kidman).

Altresì, dal punto di vista tecnico si apprezza l’uso di tecnologie nuove e innovative con l’ingresso di ILM già nota per Star Wars e i film Marvel. Gli effetti visivi sono straordinari ed affascinanti. Le scene di azione sono potenti ricalcando lo stile del regista spesso realizzate in luoghi aperti, teatri di intense scene di inseguimento con panorami mozzafiato. Gli ambienti ricreati sono particolarmente suggestivi. La fauna e la flora sono sempre in primo piano e le luci creano un’atmosfera spettacolare grazie alla padronanza nelle diverse velocità di otturazione, angoli di ripresa e lunghezze di esposizione. I costumi sono rifiniti nel dettaglio ed in maniera certosina. Si nota lo sforzo nella realizzazione di una fedele riproduzione di quelli dei fumetti per alcuni momenti naïf, miscelando la loro divertente energia con il pragmatismo.

Infatti la spettacolarità è sicuramente l’intento primario di questa produzione. Denso di scene d’azione, probabilmente in alcuni casi con toni esagerati ed esaltati, il film si apprezza nel complesso e si attesta sopra parecchi altri film di supereroi. È una storia che ricalca dei canovacci già visti aggiungendo ugualmente sprezzanti momenti talvolta naif e spunti di riflessione che si rifanno ai temi di cui sopra.

Hellboy: ecco il trailer ufficiale

Rilasciato finalmente il trailer ufficiale in italiano dell’atteso reboot del franchise di Hellboy

Come vi avevamo anticipato, è finalmente arrivato il trailer del reboot R-rated del film Hellboy. Neil Marshall, noto per la regia di film di genere violenti come The Descent e Centurion, prende il posto di Guillermo del Toro, che ha diretto i precedenti due film del franchise. Quest’ultimo aveva originariamente intenzione di chiudere la sua trilogia con Hellboy 3, ma la sua visione era considerata troppo costosa dagli studios, e alla fine fu ordinato un reboot.

Le star di Stranger Things, David Harbour, recita nel film di Marshall nei panni di Hellboy; un mezzo demone che lavora con il Bureau for Paranormal Research and Defense (BPRD) per proteggere il mondo dalle forze dell’oscurità. Coloro che hanno partecipato al panel del film durante il New York Comic Con avevano avuto il privilegio di poter vedere il primo trailer di Hellboy, completo di clip dei vari personaggi del film. Ora, il trailer è stato pubblicato online per essere guardato da tutti.

Il reboot è stato co-scritto dal creatore di fumetti di Hellboy Mike Mignola e presenta Ian McShane ( American Gods ) nei panni del mentore/personaggio paterno di Hellboy, Professor Bruttenholm, con Milla Jovovich ( Resident Evil ) che interpreta la maga Nimue aka La regina del sangue. Sasha Lane ( American Honey ) interpreta Alice Monaghan, una donna con abilità magiche che è stata rapita dalle fate da bambina e che lavora con Hellboy nel film. Daniel Dae Kim ( Hawaii Five-O ) completa il cast principale nei panni di Ben Daimio, un membro del BPRD che tra le altre cose, possiede alcune capacità magiche.

Questo trailer di Hellboy è più o meno lo stesso che è stato proiettato al NYCC. L’enfasi del reboot sui suoi elementi horror paranormali segna un cambiamento di passo rispetto ai film di Del Toro, che si concentrava più sugli aspetti fantastici soprannaturali dell’universo di Hellboy. Ciò non vuol dire che gli adattamenti di del Toro mancassero di creature bizzarre, ma in generale le creature dei suoi film sono state sempre fraintese o fuorviate dall’ingrediente genuinamente horror. Il reboot di Marshall, d’altra parte, sarà più un vero film di orrore sovrannaturale, senza venire meno al tipico senso dell’umorismo del personaggio.

Tra il suo tono e la sua storia (che viene presa direttamente dai fumetti di Mignola) e il look più accattivante di Harbour nei panni di Hellboy (rispetto al design di Ron Perlman dei film di del Toro), il reboot di Hellboy si avvicinerà al suo materiale originale.

Aquaman porta il DCEU ai 4 miliardi

Aquaman con il attuale incasso di 261 milioni ha già spinto il DC Extended Universe, Worlds of DC, sopra la cifra dei 4 miliardi di dollari

L’incasso internazionale di 261 milioni per Aquaman ha portato il franchise del DC Extended Universe oltre i 4 miliardi di dollari al box-office mondiale. Ad oggi, l’universo di supereroi targato Warner Bros. ha incassato un totale di 4,029 miliardi nei cinema di tutto il globo.

Oltre la Cina dove ha effettuato il 72% degli incassi totali, la pellicola è stata distribuita pure in Brasile, Russia, Messico e Australia. Si avvicina però la data di uscita americana del 21 dicembre che permetterà di vedere fino a dove può spingersi Aquaman. È stato confermato intanto che dalle anteprime riservate Amazon Prime il film ha incassato 2.9 milioni di dollari, quasi il doppio di quanto aveva fatto Jumanji – Benvenuti nella giungla (1.8) che aveva poi chiuso la sua corsa mondiale a 962 milioni di dollari. Anche gli analisti si aspettano che Aquaman raggiunga un risultato del genere superando la vetta più alta del franchise toccata con Batman v Superman (873 milioni).

A livello nordamericano, il DC Extended Universe sta facendo bene con solo sei film nel suo repertorio. Prima del debutto americano di Aquaman, il DCEU ha già incassato 1,5 miliardi negli Stati Uniti. In confronto, il Marvel Cinematic Universe dei Marvel Studios ne ha incassati 6,8 miliardi attraverso 20 film. Se Aquaman dovesse avere la stessa corsa del mercato internazionale pure negli Stati Uniti, il DCEU potrebbe eclissare i totali del franchise di James Bond di Sony (2,11 miliardi) e della serie de Il Signore degli Anelli della stessa Warner Bros. (1,8 miliardi).

Aquaman uscirà nelle sale italiane l’1 gennaio 2019. I prossimi film del DCEU includono Shazam! il 5 aprile 2019 e Wonder Woman 1984 il 5 giugno 2020. Nel frattempo uscirà nelle sale il Joker di Joaquin Phoenix, precisamente il 4 ottobre 2019, primo film scollegato dal DCEU e facente parte di una nuova etichetta di DC Films che ancora deve ricevere un nome ufficiale, si vocifera DC Black o DC Dark.

Aquaman sale a 261 milioni in tutto il mondo

Nonostante non sia ancora uscito negli USA e in Europa Aquaman di Warner Bros. e DC Film ha già fatto registrare numeri da capogiro

L’uscita americana di Aquaman non arriverà fino a venerdì 21 dicembre (l’1 gennaio 2019 in Italia) ma il film di Warner Bros. sta già mostrando segni di un enorme passo avanti per l’Universo DC. Infatti la pellicola di James Wan ha incassato ulteriori 126 milioni nel suo secondo fine settimana nel mondo per un totale globale di 261.3 milioni.

Nei mercati analoghi, Aquaman sta facendo attualmente il 65% meglio rispetto al ritmo  stabilito da Justice League lo scorso anno. La pellicola di Zack Snyder aveva terminato con un incasso di 657,9 milioni di dollari in tutto il mondo. Il film con Jason Momoa è il primo in classifica per incassi in 42 dei 43 mercati in cui è stato rilasciato. In particolare è la Cina a rappresentare il 72% degli incassi totali del film con i suoi 189 milioni di dollari.

Continuando a questo ritmo, Aquaman finirà per incassare molto più del totale di Justice League. Gli analisti si spingono oltre e ipotizzano che a questo punto la pellicola potrebbe pure superare Wonder Woman (821 milioni) e addirittura Batman v Superman: Dawn of Justice del 2016 (873 milioni) toccando i 900 milioni di dollari.

Aquaman non ha ancora debuttato negli Stati Uniti ma ha già tenuto proiezioni speciali per gli abbonati Amazon Prime, mentre si prevede che debutterà regolarmente il prossimo 21 dicembre in Nord America in oltre 4.000 sale. I competitor proiettano per l’apertura nella cinque giorni natalizia un incasso intorno i 115 milioni di dollari. Inoltre è stato riportato da BoxOfficeMojo che Spider-Man: Un Nuovo Universo ha rispettato le previsioni realizzando un’apertura da 35.4 milioni di dollari.

Aquaman esce nelle sale italiane l’1 gennaio 2019.

Spider-Man: Un Nuovo Universo, lo spinoff con Silk & Spider-Woman

Lo spin-off tutto al femminile di Spider-Man: Un Nuovo Universo oltre la Gwen Stacy di Steinfeld vedrà pure Silk & Spider-Woman

Spider-Man: Un Nuovo Universo è ora nelle sale americane e sta accumulando una quantità di reazioni positive da parte critica e pubblico impressionate. Il film detiene attualmente una valutazione del 97% di aggregato su Rotten Tomatoes da oltre 220 critici. Nel film, uno degli elementi più importanti della trama è il focus sui vari personaggi di Spider-Man tra cui Gwen Stacy o la Spider-Gwen di Hailee Steinfeld.

Infatti prima della sua uscita nelle sale nordamericane, è stata annunciata la messa in sviluppo di uno spin-off tutto al femminile, con la Gwen Stacy di Steinfeld destinata a tornare. Ora la produttrice Amy Pascal ai microfoni di Vanity Fair ha svelato che questa prossima avventura scritta da Bek Smith includerà anche i personaggi di Cindy Moon aka Silk e Jessica Drew aka Spider-Woman.

Jessica Drew è apparsa per la prima volta in Marvel Spotlight #32 del 1977. A differenza di molti altri eroi di Spidey, non ottiene i suoi superpoteri dal morso del ragno, ma piuttosto dalla sperimentazione genetica da bambina. Ha continuato ad essere un membro di spicco dei Vendicatori nelle pagine di Marvel Comics. Spider-Woman è apparsa in diversi telefilm animati, ma questa potrebbe essere la sua prima apparizione sul grande schermo.

Silk è un’aggiunta più recente al roster dei personaggi Marvel dopo aver debuttato come eroina in Amazing Spider-Man Vol. 3 #4 . È stata creata da Dan Slott e ha un’origine strettamente legata a Peter Parker. Viene morsa dallo stesso ragno di Peter, il che si traduce in due di loro che condividono un legame estremamente intimo che si trasforma in una relazione. Tiffany Espensen interpreta brevemente Cindy Moon in Spider-Man: Homecoming, nel frattempo Sony sta anche sviluppando un film di spin-off Silk live action.

Chris Evans vuole il crossover Deadpool, Wolverine

Captain America in persona, Chris Evans, non vede l’ora di un crossover tra Deadpool e Wolverine anzi vorrebbe unirsi alla festa

Chris Evans che veste i panni di Captain America nel Marvel Cinematic Universe non vede l’ora del crossover tra Deadpool e Wolverine.

Lo scorso 13 dicembre Hugh Jackman aveva postato su Twitter una foto di Logan da Mumbai. Immancabile il commento assillante di Ryan Reynolds che stuzzicava sulla bellezza di un nuovo possibile poster per un altro film, magari uno con Deadpool e Wolverine.

Sarebbe bello se facessero un nuovo poster. Per un nuovo film.

Jackman aveva risposto prendendo in giro Reynolds accusandolo di essere ossessivo.

L’ossessione è reale.

A quel punto Reynolds gli ha contro-risposto:

È vero. Non dimenticherò mai cosa sono stato per te.

Al divertente alterco si è aggiunto pure Captain America in persona, Chris Evans, che sulla scia dello scherzo ha dichiarato che si prepara per l’audizione.

Ho preparato i miei monologhi per l’audizione.

Insomma sembra che in molti vogliano il film crossover tra Wolverine e Deadpool, Chris Evans compreso. Già dal prossimo 1 gennaio 2019, potrebbe concretizzarsi l’ultimo atto della fusione di Fox in Walt Disney. A quel punto è sicuro che i Marvel Studios inseriscano tutto il mondo X-Men sotto la propria ala, bisognerà solo vedere come giustificare l’arrivo di Deadpool nell’MCU dato che attualmente fanno parte di due universi diversi e il recasting per un personaggio così radicato in Ryan Reynolds pare ad oggi pure utopia.

Nel frattempo ritroveremo Chris Evans in Avengers: Endgame per la grande conclusione del culmine dei 22 film iniziata in Infinity War.

Adria Arjona sarà Martine Bancroft in Morbius con Jared Leto

Adria Arjona è in trattative finali per interpretare la Martine Bancroft nel film di Sony, Morbius, con Jared Leto presto in produzione

Adria Arjona è in trattative per interpretare Martine Bancroft nel film di Morbius targato Sony Pictures con Jared Leto. Dopo l’incredibile performance al box-office di Venom, i piani dell’universo condiviso dello studio si stanno solidificando. Oltre ad essere stato confermato lo sviluppo del sequel col simbionte, il prossimo film del SUMC sarà incentrato su Morbius: Il Vampiro Vivente.

La Sony ha spinto ulteriormente il progetto verso lo sviluppo annunciando la scorsa estate il casting di Jared Leto nei panni del Dottor Michael Morbius. Contemporaneamente al casting di Leto, hanno anche annunciato Daniel Espinosa alla regia. Il film è attualmente in fase di casting per riempire i ruoli chiave attorno al personaggio di Leto. La recente descrizione dei personaggi ha rivelato chi sarà il cattivo, oltre alla conferma che l’interesse amoroso del Vampiro Vivente, Martine Bancroft, sarà la co-protagonista. Nonostante la conoscenza di questi due ruoli nel film, non c’erano ancora notizie su chi avrebbe potuto interpretarli. Adesso in attesa che il ruolo del villain venga definito, Morbius ha trovato finalmente la sua Martine.

Deadline riporta infatti che Adria Arjona è in trattative finali per interpretare la co-protagonista in Morbius con Leto. L’attrice ha avuto i suoi ruoli da protagonista in show televisivi come True Detective ed Emerald City ma ha recentemente fatto lo switch anche al mondo cinematografico. Ha recitato nel film di James Gunn The Belko Experiment e in Pacific Rim: La Rivolta di quest’anno. La sua filmografia sarà ancora più grande quando Morbius arriverà nei cinema con ruoli in Triple Frontier e 6 Underground di Netflix in uscita il prossimo anno, e se questo accordo si concluderà aggiungerà un’altra grande produzione alla sua lista.

Martine Bancroft è stata creata da Ray Thomas e Gil Kane nel 1971 ed è apparsa per la prima volta in Amazing Spider-Man #102 . È la fidanzata del personaggio nei fumetti ed è la primissima vittima della sete di sangue di Morbius. Nel corso della sua storia nei fumetti, Martine lo ha tradito finendo per diventare un vampiro lei stessa. Attualmente è morta nei fumetti dopo che lo stesso Morbius l’ha uccisa.

Arjona è chiaramente un talento emergente nel settore, quindi questa potrebbe rivelarsi una decisione decisiva di cui i fan statunitensi saranno ancor più entusiasti. Attualmente è l’unico membro del cast che si è aggiunto, dopo Leto, in Morbius. Ugualmente non dovrebbero restare soli a lungo con l’inizio delle riprese a febbraio 2019. Grazie ai futuri annunci sulla data di rilascio di Sony , sembra che Morbius raggiungerà le sale a metà del 2020, quindi le prossime aggiunte al cast dopo Arjona e Leto non tarderanno ad arrivare.

Vedova Nera: ingaggiato il direttore della fotografia di Mission: Impossible – Fallout

È stato ingaggiato per il film di Vedova Nera dei Marvel Studios il direttore della fotografia di Mission: Impossible – Fallout, Rob Hardy

Il direttore della fotografia di Mission: Impossible – Fallout, Rob Hardy, si è unito alla troupe di  Vedova Nera dei Marvel Studios. Il film standalone con Scarlett Johansson sarà il secondo film standalone con una eroina nel Marvel Cinematic Universe dopo l’uscita di Captain Marvel il prossimo 6 marzo 2019.

Il film ha preso slancio all’inizio dell’anno quando Jac Schaeffer è stata ingaggiata per scrivere la sceneggiatura. Dopo una lunga ricerca, Marvel alla fine ha scelto come regista Cate Shortland, diventando così la prima regista donna nell’MCU dopo la co-regista di Captain Marvel, Anna Boden. La troupe di Vedova Nera ha continuato a rinforzarsi aggiungendo pure la scenografa di Red Sparrow. Da allora hanno preso piede i casting anche se attualmente ci sono pervenute solo le descrizioni dei personaggi. Si vocifera che le riprese della pellicola dovrebbero iniziare a metà 2019 per lo slot di maggio 2020 riservato prima a Guardiani della Galassia Vol.3 spostato al 2021. Con il film attualmente in fase di pre-produzione la troupe ha praticamente completato le aggiunte ingaggiando pure il suo direttore della fotografia.

DiscussingFilm riporta che Rob Hardy, direttore della fotografia di Mission: Impossible –  Fallout avrà lo stesso ruolo in Vedova Nera. Oltre a girare il film d’azione di Tom Cruise di quest’anno, Hardy è anche responsabile della realizzazione della fotografia del film di fantascienza di Alex Garland Annihilation ed Ex Machina. Questo sarà il primo film di Hardy con i Marvel Studios. Per quanto riguarda il suo arrivo si tratta di un’aggiunta interessante soprattutto dopo il suo lavoro in Fallout. La trama e l’ambientazione del film di Johansson devono ancora essere svelati, ma sicuramente ci si aspetta sarà ricca di azione.

Dopo l’esperienza acquisita con il regista Christopher McQuarrie su Fallout, Hardy può contribuire ad elevare ancora di più le scene di combattimento. Vedova Nera è una spia specializzata in combattimenti corpo a corpo e non solo quindi ci sarà più azione nuda e cruda. Motivo per cui l’input e l’esecuzione di Hardy sul combattimento dovrebbero avere la possibilità di risplendere. Ma le sua abilità vanno ben oltre l’azione, quindi c’è motivo di credere che Vedova Nera sarà, per lo meno, un film dal grande effetto.

Hellboy: è in arrivo il primo trailer

È stato classificato il primo trailer del reboot di Hellboy con David Harbour e la prossima settimana sembra quella giusta per vederlo

C’è grande curiosità per il primo trailer del reboot di Hellboy targato Lionsgate e sembra che finalmente le cose si stiano muovendo. Creato da Mike Mignola, Hellboy è apparso per la prima volta in Dark Horse Comics negli anni ’90. Nel 2004, il regista premio Oscar Guillermo del Toro ha portato il personaggio sul grande schermo con Ron Perlman nel ruolo del protagonista, che ha ricevuto il sequel nel 2008 con Hellboy II: The Golden Army.

Del Toro ha cercato per anni di proseguire il franchise ma alla fine ha rinunciato al sogno nel 2017. Infatti venne presto annunciato che Hellboy avrebbe continuato seguendo una nuova strada senza di lui. Il reboot di Hellboy è diretto da Neil Marshall, con David Harbor (Stranger Things) nei panni del Diavolo al posto di Ron Perlman. Milla Jovovich vestirà i panni della villain, La Regina di Sangue e il resto del cast prosegue con Ian McShane, Sasha Lane, Daniel Dae Kim e Sophie Okonedo.

Il primo trailer di Hellboy è ormai alle porte. Il reboot non dovrà più farci aspettare perché secondo quando riportato da Trailer Track, è stato classificato dall’Alberta Film Ratings aggiungendo che il primo filmato sarà pubblicato online non più tardi della prossima settimana. Come sottolinea il report, la pellicola diretta da Neil Marshall probabilmente sarà con le copie di Aquaman targato Warner Bros. e DC Films, che uscirà nelle sale statunitensi la prossima settimana. Quando sarà inevitabilmente pubblicato online, sarà la prima occhiata ufficiale al reboot dopo che Lionsgate aveva mostrato il filmato in un panel al Comic Con di New York un mese fa.

Dopo le prime reazioni non proprio positive, lo studio ha effettuato un nuovo test probabilmente modificando qualcosa ricevendo questa volta ottimi riscontri.

Hellboy esce il 12 aprile nelle sale.

Sinistri Sei: confermato, Sony lo sta ancora sviluppando

La produttrice di Sony Pictures, Amy Pascal, ha confermato che il film dei Sinistri Sei aspetta solo Drew Goddard per la regia

Il produttore degli X-Men e regista di 7 Sconosciuti a El Royale, Drew Goddard, aveva confermato di aver scritto una sceneggiatura per un film sui Sinistri Sei che aveva impressionato Sony. Tuttavia, dopo la debacle di The Amazing Spider-Man 2 la pellicola non si è mai concretizzata.

Nonostante abbia attraversato un momento difficile dopo la conclusione dello Spider-Man di Andrew Garfield, Sony non si è mai arresa su un film dei Sinistri Sei. Adesso le speranze per il colosso giapponese si sono accesse nuovamente soprattutto dopo l’incredibile successo di Venom che ha superato gli 850 milioni portando lo studio a fissare due date per il 2020 con il sequel del simbionte e il Morbius di Leto. Poi è stata la volta di Spider-Man: Un Nuovo Universo che sta contribuendo a lanciare un universo animato.

Adesso l’ex presidentessa di Sony Pictures, oggi solo produttrice per la compagnia, Amy Pascal, ha confermato che il film dei Sinistri Sei è ancora vivo, ed è pronta a farlo non appena lo sarà Drew Goddard. In un’intervista a Vanity Fair ha dichiarato:

Sto solo aspettando che Drew sia pronto a dirigerlo. Farei qualsiasi cosa con Drew Goddard, sto solo aspettando che lui mi dica di cosa ha bisogno.

Mentre per lo Spider-Man di Tom Holland spera di trovare presto un nuovo accordo:

Mi viene da piangere. Posso solo sperare in un futuro in cui le cose funzionino. Conosco Kevin da quando era l’assistente estremamente silenzioso di Avi, che per molti anni si è seduto in quella stanza ad ascoltarci ed è diventato molto più intelligente di chiunque di noi senza che nessuno di noi se ne rendesse conto. Dirò che lavorare con la Marvel è stato uno dei momenti salienti della mia carriera professionale

Il regista sta attualmente lavorando su X-Force, la pellicola che vedrà protagonisti Ryan Reynolds, Josh Brolin e Zazie Beetz, trio già visto in Deadpool 2. L’intero universo cinematografico degli X-Men però è un flusso sconosciuto almeno fino al completamento della fusione che potrebbe già avvenire l’1 gennaio 2019. Dopodiché, non si sa cosa succederà ai personaggi del franchise, lasciando quindi un punto interrogativo accanto a progetti come X-Force.

Se il film dell’ X-Force di Goddard non si farà dopo l’acquisizione Disney, potrebbe portarlo con grosso anticipo al ritorno per Sinistri Sei. Amy Pascal sembra ormai pronta alla realizzazione. Seguiranno aggiornamenti.

Aquaman incassa 135 milioni nella prima settimana in Cina

Aquaman di James Wan incassa 135 milioni di dollari nella sua prima settimana al box-office del mercato cinematografico cinese

Aquaman esce negli Stati Uniti tra una settimana e l’1 gennaio 2019 in Italia, ma è partito in maniera straordinaria in Cina, dimenticando già il sorpasso ai danni di Justice League. Il film di James Wan è partito benissimo venerdì, ma è di sabato che ha fatto un risultato imponente e sebbene sia costantemente calato per tutta la settimana, ha accumulato finora un incredibile incasso di 135 milioni di dollari che rende Warner Bros. “estremamente soddisfatta di questa performance“.

Gavin Feng che tiene traccia dei numeri al box-office cinese e che fornisce delle previsioni, anticipa che la pellicola potrebbe raggiungere i ¥ 345 milioni nel suo secondo fine settimana, che si tradurrebbe in 49,94 milioni di dollari. Se finirà davvero così  sarebbe un nuovo record di dicembre lì, superando il precedente detentore Mojin: The Lost Legend con 43,9 milioni di dollari. Questo non è l’unico risultato impressionante che potrebbe raggiungere Aquaman anche dopo il fine settimana, in quanto si prevede che supererà l’incasso lordo di Capitan America: Civil War questo fine settimana (si parla di valuta locale e non dollari).

Di seguito i dati completi condivisi da Feng su Twitter:

Aquaman Incasso Giornaliero
MN – $1.30M
FRI – $22.8M
SAT – $38.61M
SUN – $32.05M
MON – $12.97M
TUE – $10.71M
WED – $9.00M
THU – $7.86M

Prima settimana – $135.30M
Cambio a un dollaro = ¥6.8743
#Aquaman

Aquaman diretto da James Wan vede nel cast da Jason Momoa (Arthur / Aquaman), Amber Heard (Mera), Nicole Kidman (Regina Atlanna), Patrick Wilson (Orm / Ocean Master), Willem Dafoe (Nuidis Vulko), Yahya Abdul-Mateen II (Black Manta), Ludi Lin (Murk), Dolph Lundgren (Re Nereus), Djimon Hounsou (Il Re dei Pesci), Natalia Safran (Regina dei Pesci) e Michael Beach (Jesse Kane).

Aquaman esce nelle sale italiane l’1 gennaio 2019.

Jason Momoa su Henry Cavill: “non lascia Superman”

Jason Momoa dopo le precedenti dichiarazioni ha affermato che Henry Cavill non lascerà Superman così facilmente, al 100% no

Jason Momoa afferma che il suo co-protagonista del DCEU Henry Cavill resterà ancora nei panni di Superman. Cavill ha interpretato Superman / Clark Kent in 3 film fino ad ora; L’Uomo d’Acciaio, Batman v Superman: Dawn of Justice e Justice League. Mentre alcuni fan hanno criticato alcuni elementi del modo in cui il personaggio è stato ritratto – che vanno dalla distruzione che ha causato nel primo capitolo al fatto che sembra odiare il suo status di supereroe nel secondo – hanno elogiato più volte il lavoro dell’attore nel terzo capitolo.

Infatti diversi fan statunitensi hanno ritenuto che la sua apparizione in Justice League sia stata la miglior performance nei panni di Superman ma purtroppo la sua esibizione è stata notoriamente rovinata dal lavoro in CGI per rimuovergli i baffi di Mission: Impossible – Fallout. Nonostante ciò Justice League si è dimostrato di essere una grande delusione per la critica e anche a livello di box-office, e inoltre era stato riferito a settembre che Cavill avesse lasciato il franchise. Il suo agente in seguito aveva dichiarato che aveva ancora il ruolo e poco dopo Cavill ha pubblicato un video con un action figure di Superman.

Cavill è attualmente impegnato nell’adattamento di The Witcher targato Netflix quindi è concentrato su altro per il momento ma c’è chi parla per lui. In una nuova intervista con ET Live per promuovere Aquaman, Jason Momoa ha dichiarato che Cavill adora la parte e che non vuole andare da nessuna parte.

No, assolutamente. […] Adora il personaggio e non lo lascia. 100%. […] No, assolutamente no.

Con Warner Bros che ha rilasciato un comunicato ufficiale sull’argomento troppo stringato e criptico, possiamo solo dire ciò che sappiamo di ufficiale, ovvero che lo studio si sta concentrando sui suoi prossimi progetti, da Shazam! a Joker con Phoenix, per continuare con Birds of Prey e Wonder Woman 1984

Avengers: Endgame, 20 nuove teorie dopo il trailer

Dopo l’uscita del trailer di Avengers: Endgame i fan si sono scatenati condividendo online almeno 20 teorie diverse tra loro

Cosa è successo dopo che Thanos ha schioccato le dita e spazzato via metà della vita nell’universo? La prossima estate avremo finalmente la risposta a queste domande in Avengers: Endgame pronto a rompere un nuovo record al box-office. Il primo trailer del Kolossal pubblicato pochi giorni fa ha dato nuovi spunti per teorie parecchio singolari che abbiamo raccolto IN questo approfondimento. Non c’è ancora alcun segno di Captain Marvel ma sappiamo che la scena post-credit di Infinity War la farà spuntare a un certo punto della pellicola.

Ecco 20 teorie dei fan nate dopo l’uscita del trailer.

20 PEPPER POTTS ANDRÀ A SALVARE TONY NELLO SPAZIO

Il trailer di Avengers: Endgame si apre con Tony Stark bloccato nello spazio dopo aver lasciato Titano, o almeno così pare, accettando che potrebbe non farcela ancora per molto, “l’ossigeno finirà domani“. Lascia un messaggio a Pepper Potts perché pensa che stia per morire.

Tuttavia, una teoria dei fan afferma che Pepper giocherà un ruolo importante nel suo salvataggio. Una foto trapelata online mostra Gwyneth Paltrow nella sua armatura Rescue (o forse solo una tuta spaziale hi-tech), quindi forse indossa una tecnologia che le permette di andare nello spazio a salvarlo. Questo spiegherebbe perché gran parte della voce narrante nel trailer è diretta a lei, forse sarà a sorpresa uno dei personaggi principali del film?

19 LO SPAVENTAPASSERI DI THANOS È SIMBOLICO

Un articolo su IGN ha suggerito che lo spaventapasseri che regge l’armatura di Thanos potrebbe essere il simbolo del fatto che Thanos si sia “lasciato alla spalle la sua vecchia vita omicida“. Pensa di averne abbastanza di eliminare miliardi di persone e di essere un dittatore temibile e vuole semplicemente vivere un’esistenza pacifica.

Tuttavia, anche se Thanos ha cambiato idea sull’essere un tiranno malvagio, ha fatto cose orribili e molti dei Vendicatori ce l’hanno a morte con lui, quindi non possono semplicemente lasciarsi alle spalle ciò che è successo. Quindi, anche se il Titano Pazzo è ora un Titano pacifico, l’universo è ancora pieno di persone che vogliono la sua testa.

18 THOR COSTRUIRÀ UN ESERCITO AD ALFHEIM

Finora nell’MCU, abbiamo visto otto dei Nove Regni, quindi è plausibile che Thor visiti l’ultimo in Avengers: Endgame. Infatti abbiamo visto Jotunheim in Thor, Svartalfheim e Vanaheim in Thor: The Dark World, Niflheim in Avengers: Age of Ultron, Muspelheim in Thor: Ragnarok e Nidavellir in Avengers: Infinity War. Una teoria suggerisce che Thor costruirà un esercito ad Alfheim con gli ultimi Asgardiani sopravvissuti e li radunerà contro Thanos. Che sia così o no, Alfheim potrebbe comunque essere coinvolto in qualche modo.

17 TONY STARK MORIRÀ?

La maggior parte del trailer di Avengers: Endgame è dedicata a Tony Stark che registra un messaggio di addio prima di esalare l’ultimo respiro. Sappiamo che il piano di Endgame è quello di terminare simultaneamente la storia della squadra originale degli Avengers (Iron Man, Cap, Thor ecc.) e iniziare la storia di una nuova (Spider-Man, Black Panther, Doctor Strange ecc.).

La fine di Tony Stark sarebbe il modo più chiaro per dare nuova linfa all’MCU e dire agli spettatori che sta iniziando un nuovo capitolo della storia. Portare alla fine la storia del primo grosso filone MCU potrebbe essere il modo migliore per indicare la strada del franchise.

16 LA SCOMPARSA DI SHURI AVRÀ UN RUOLO ENORME

La fine di Infinity War ha lasciato poco chiaro il destino di Shuri. Alcuni ipotizzavano fosse  sopravvissuta alla battaglia in Wakanda e allo schiocco, ma non è stato così dopo aver visto il trailer. Mesi fa, i Fratelli Russo hanno detto di non poter rivelare nulla di Shuri per evitare di “rovinare” il film , quindi sappiamo già che sarà una parte importante della storia. Letitia Wright, l’attrice che la interpreta è stata apprezzata da critica e pubblico sul grande schermo e Disney ha già iniziato a spingerla come l’ultima principessa Disney, quindi è chiaro che assumerà un ruolo più importante.

Mentre Bruce Banner scorre una diapositiva digitale di tutti gli eroi scomparsi – Peter Parker, Scott Lang, ecc. – compare pure l’immagine di Shuri. Considerata la cautela con cui i produttori selezionano le clip da utilizzare nei loro trailer, questa deve essere più che una semplice coincidenza, ricordate la presenza di Hulk nel trailer di Infinity War nonostante alla fine fosse assente? Possibile che a Shuri sia accaduta la stessa sorte ma al contrario? Ovvero che non è morta dopo lo schiocco e i registi l’abbiano abilmente nascosto nel trailer con una diapositiva fasulla?

15 FINALMENTE OCCHIO DI FALCO?

Ora che il nuovo trailer di Captain Marvel ha confermato che gli Skrull hanno invaso la Terra e iniziato a vestire i panni degli umani, alcuni fan credono che questo Occhio di Falco sia uno Skrull spiegando perché la nuova piega oscura che ha preso nel trailer di Avengers: Endgame.

Sarebbe un modo interessante per introdurre un’Invasione degli ultracorpi – un’angolazione molto diversa dall’MCU e anche per rendere Occhio di Falco un personaggio più interessante. Tuttavia, sembra più una trama alla Lost che un film di supereroi Marvel, molto più probabile che la sua piega dark sia per la scomparsa della sua famiglia coincidente per altro con il dialogo di Captain America.

14 PEPPER POTTS VUOLE LA SUA VENDETTA

C’è da tempo una teoria secondo cui Tony Stark morirà in Avengers: Endgame come detto sopra. Anche perché il contratto di Robert Downey, Jr. è scaduto e ha già firmato un nuovo franchise per tornare al Dr. Dolittle e impegnarsi a continuare la sua serie su Sherlock Holmes. Quindi, a molti sembra chiaro che in Avengers E.G. Iron Man non arriverà alla fine del quarto film. Basandosi su questo, una nuova teoria vede Pepper che lo vendicherà prendendo il posto di Iron Man e reclamando la sua vendetta al cospetto di Thanos.

13 THANOS SI REDIMERÀ

Nei fumetti, Thanos alla fine raggiunge la redenzione collaborando con Adam Warlock – il cui debutto nell’MCU è già stato anticipato in Guardiani della Galassia Vol. 2. Un articolo di IGN vede lo spaventapasseri Thanos anche come un segnale che il Titano Pazzo possa passare da cattivo ad eroe nel corso di Endgame.

12 OCCHIO DI FALCO ORA È RONIN

Sulla base della sua nuova apparizione, sembra che dal trailer di Endgame mostri Clint Barton non più come Occhio di Falco, lo zimbello degli Avengers, ma è diventato Ronin. Questo spiegherebbe il suo nuovo costume, la sua posizione e il suo atteggiamento freddo come il ghiaccio.Nei fumetti, Ronin è un personaggio dei Nuovi Avengers il che lo rende un’aggiunta perfetta per questo film che dovrebbe anche rappresentare il passaggio di testimone dal precedente al nuovo team di Vendicatori.

11 SCOTT LANG PUÒ USARE IL REGNO QUANTICO A SUO PIACIMENTO

Scott Lang è l’unico personaggio che ha la tecnologia per entrare nel Regno Quantico. Alla fine di Ant-Man and The Wasp, Scott resta bloccato lì quando tutti i suoi amici diventano polvere. Tuttavia, nel trailer di Endgame il personaggio è tornato nella sua dimensione bussando al quartier generale degli Avengers, quindi è chiaramente uscito da lì. Forse scopre che in realtà non è bloccato, nonostante abbia perso la comunicazione con i suoi amici, forse scoprirà di essere in grado di entrare e uscire dal regno a sua piacimento.

10 THANOS È UN CONTADINO ALL’INTERNO DELLA GEMMA DELL’ANIMA

Lo spaventapasseri di Thanos con l’armatura presente nel trailer è un riferimento diretto a una tavola della trama di Infinity Gauntlet. In quella trama, aveva appeso la sua armatura e iniziato una vita da contadino. Forse è quello che farà con la sua vita all’interno della Gemma dell’Anima quando lo incontreremo in Endgame. Basandosi sul fatto che lo spaventapasseri è stato preso direttamente dai fumetti e i fratelli Russo sono di solito piuttosto preziosi sul materiale di origine…

9 ANT-MAN E DOCTOR STRANGE SI UNIRANNO PER SALVARE GLI AVENGERS

Dal momento che Doctor Strange è l’unico che sa come tutto ciò potrebbe concludersi e Ant-Man sembra essere l’unico che può entrare e uscire dal Regno Quantico, una teoria dei fan afferma che formeranno un’alleanza e salveranno insieme i Vendicatori. Abbiamo visto alcuni team-up interessanti negli ultimi film dell’MCU: Thor e Hulk, Thor e Rocket, Spider-Man e Iron Man, Capitan America e Black Panther. Forse il prossimo sarà lo scontro tra il sarcasmo di Scott Lang e il forte cinismo di Stephen Strange.

8 LA FAMIGLIA DI OCCHIO DI FALCO È SPARITA NON A CAUSA DELLA DECIMAZIONE

La scena in Age of Ultron che ha rivelato la moglie e i figli di Occhio di Falco è sembrato ad alcuni un pò fuori tema, ma forse era solo l’impostazione per una svolta più oscura nell’arco del personaggio in risposta alla critica di essere il Vendicatore più noioso e inutile secondo alcuni fan.

L’improvvisa trasformazione di Occhio di Falco in Ronin potrebbe essere dovuta al fatto che la sua famiglia se n’è andata. Nei fumetti, ha preso il nome di Ronin (che significa guerriero solitario) quando la sua famiglia sia stata fatta fuori. Una teoria dice che è quello che è successo è che non sono morti a causa della Decimazione ma sono morti molto prima, probabilmente per mano degli Skrull. Ecco perché era assente da Infinity War e perché è diventato così oscuro e cattivo all’improvviso.

7 LA RICOMPARSA DI ANT-MAN È UNO STRATAGEMMA

Uno dei più grandi shock nel trailer di Avengers: Endgame è il finale, in cui Ant-Man è fuggito dal Regno Quantico e sta suonando il campanello del quartier generale degli Avengers. Tuttavia, una teoria suggerisce che il trailer sia stato modificato per ingannarci, perché il video ha un’etichetta “Archive” nell’angolo, suggerendo che è una vecchia registrazione, nonostante ciò che Vedova Nera dica.

Alcuni fan dicono di vedere pure “1983” scritto sul video, suggerendo i viaggi nel tempo fino agli anni ’80, ma altri dicono che la scritta sembra più vicino a un codice come “IS83”.

6 NEBULA FINIRÀ THANOS

Nebula si è vista brevemente nel trailer di Avengers: Endgame, ma averla mostrata con una luce solare alle spalle sembra un significato nascosto del fatto che lei rappresenterà uno degli elementi che riporterà la luce nella galassia. Inoltre, sembra essere la naturale conclusione della storia della loro famiglia disfunzionale.

Thanos ha allevato Gamora e Nebula. La prima si è rivoltata contro Thanos scappando via, mentre Nebula ha continuato per un pò a servire il Titano Pazzo. Tuttavia, Nebula iniziando a capire le folli intenzioni del padre unisce in un certo senso le forze con Gamora. Poi Thanos ha eliminato l’amore di Quill per ottenere la Gemma dell’Anima. Quindi, il prossimo passo logico sarebbe che Nebula uccida Thanos per vendicare la scomparsa della sorella.

5 STEVE ROGERS MORIRÀ?

Chris Evans ha anticipato la sua uscita dall’MCU pur smentendo eventuali spoiler su Avengers: Endgame. I cineasti avranno difficoltà a liberarsi di Steve Rogers dall’MCU, almeno non prima Endgame e sembra che le cose potrebbero andare così. Lo anticipa persino nel trailer quando sta discutendo se il piano funzionerà o meno con Vedova Nera: “don’t what I’m going to do if it doesn’t.” che in Italiano è stato tradotto, “lo so bene, perché altrimenti non saprei che fare“.

I fratelli Russo hanno detto che ci sarà ancora Steve Rogers nel futuro dell’MCU ma gli stessi registi avevano detto che Avengers 4 non lo avrebbero mai chiamato Endgame, quindi…

4 IL TITOLO SI RIFERISCE AL PIANO DI DOCTOR STRANGE

Questa sembra essere la prima volta della presenza di un significato più profondo e nascosto nel titolo di un film dell’MCU. Dopo che Doctor Strange ha visionato 14 milioni di possibili conclusioni agli eventi di Infinity War con una sola vittoria, conclude dicendo a Tony Stark che erano in “endgame“. Tony aveva già usato il termine “endgame” per riferirsi alla minaccia di essere spazzato via da una forza aliena in Age of Ultron.

Ora che Avengers: Endgame è stato rivelato come il titolo del film, è chiaro che il dottor Strange ha rinunciato alla Gemma del Tempo dandola Thanos e facendo avvenire la Decimazione perché tutto ciò sembra far parte del suo piano.

3 ANT-MAN PORTERÀ I VENDICATORI NEL REGNO QUANTICO

Una cosa che alcuni fan hanno visto alla ricomparsa di Scott Lang al quartier generale degli Avengers è che si trova vicino al furgone di Luis – il furgone con il tunnel per il Regno Quantico dove è stato bloccato alla fine di Ant-Man and The Wasp.

Poiché il Regno Quantico è al di fuori della realtà tangibile, sembra essere esente dagli effetti della Decimazione. Quindi, una teoria suggerisce che ha portato il furgone al quartier generale dei Vendicatori così da poter portare con sé i sopravvissuti Avengers nel Regno Quantico per salvare tutti gli altri.

2 THANOS È GIÀ MORTO?

Cosa succederebbe se Thanos fosse in realtà intrappolato lì a causa del suo stesso schiocco? Una teoria dei fan suggerisce che mentre ci si aspetta che Endgame riguardi la lotta degli Avengers per sconfiggere il Titano Pazzo, questi forse è già sparito.

Sarebbe una specie di fine shakespeariana per questo tiranno impazzito dall’essere diventato troppo potente ed essere volato troppo vicino al Sole sulle ali del potere come icaro. Tuttavia, ciò renderebbe forse impossibile ai Vendicatori ripristinare la realtà.

1 THANOS SEPARA LA REALTÀ IN DUE PARTI?

Questa è attualmente la principale teoria dei fan basata su Ant-Man e la scena post-credit del suo secondo film. Un Redditor suggerisce che forse Thanos non ha mai ucciso nessuno. Piuttosto, ha diviso la realtà in due parti alternative dividendo la popolazione scomparsa per metà in una nuova realtà. Dato che Scott Lang era nel regno quantico quando Thanos ha schioccato le dita, non è legato alla realtà ed è in grado di saltare da una parte all’altra e riportando indietro tutti.

Marvel Studios girerà uno dei prossimi film a Racconigi?

Marvel Studios potrebbe tornare in Italia e per la precisione a Racconigi, Cuneo, per girare diverse scene di suo prossimo film

Marvel Studios potrebbe girare diverse scene di un suo prossimo film in Italia e per l’esattezza a Racconigi in provincia di Cuneo, Piemonte.

Il 2018 volge ormai al termine con grandi aspettative per il 2019 per quanto riguarda ciò che hanno in serbo i Marvel Studios. Il 6 marzo 2019 arriverà nelle nostre sale Captain Marvel che si è mostrata di recente in un nuovo trailer che ha confermato la sua estrema potenza. Successivamente sarà la volta del culmine di 22 film interconnessi con Avengers: Endgame che si è finalmente mostrato dopo un’attesa spasmodica nel suo primo trailer e nel nuovo logo ufficiale. Infine sarà la volta di Spider-Man: Far From Home di cui dal CCXP è arrivata una prima descrizione del trailer che debutterà settimana prossima.

I Marvel Studios come sappiamo sono dei maestri nell’organizzazione e stanno già pianificando la Fase 4 dell’MCU che abbiamo analizzato qui. I primi film ed entrare in produzione dovrebbero essere Vedova Nera con Scarlett Johansson e Gli Eterni di cui è trapelata la prima descrizione dei personaggi. Adesso ci arriva una nuova indiscrezione che sembra anticipare come uno dei due film potrebbe ricevere alcune sequenze girate in Italia.

Infatti secondo quanto riportato da Il Saviglianese, le riprese di un prossimo film dei Marvel Studios arriveranno nuovamente nel Bel paese. Dopo Avengers: Age of Ultron e Spider-Man: Far From Home ad ospitare la produzione ci sarà il Piemonte,  precisamente Racconigi in provincia di Cuneo. Stando a quanto affermato dal giornale saranno il castello e il centro storico della cittadina lo sfondo di diverse scene per un film dei Marvel Studios girato tra aprile e maggio 2019. Secondo quanto riportato:

La storia dovrebbe essere ambientata negli anni della prima guerra mondiale – si legge – con una rivisitazione fantastica dell’attentato di Sarajevo.

Inoltre viene confermato che il regista o la regista visto che per Vedova Nera è stata ingaggiata Cate Shortland avrebbero già fatto un sopralluogo in città. Attualmente è una descrizione da prendere con le pinze perché si vocifera che il film di Vedova Nera che dovrebbe essere proprio il primo in riprese dovrebbe essere ambientato entro il 2005. Chiaramente durante l’attentato di Sarajevo Natasha non era assolutamente nata. Quindi nonostante sia altamente probabile che Marvel Studios adori l’Italia per le location delle sue riprese è assolutamente meno probabile la descrizione riportata sopra. Quindi prendete con le pinze la notizia.

Captain Marvel e Avengers: Endgame usciranno rispettivamente il 6 marzo 2019 e il 24 aprile nelle sale italiane.

Venom: Shameik Moore vuole lo Spider-Man di Miles Morales

Shameik Moore che doppia Miles Morales in Spider-Man: Un Nuovo Universo vorrebbe interpretare la versione live action nell’universo di Venom

Tra poche settimane uscirà il film animato di Sony e Marvel, Spider-Man: Un Nuovo Universo, che vedrà l’introduzione dell’Uomo Ragno di Miles Morales, ma cosa succederebbe se nell’universo live action di Venom ad unirsi sarebbe proprio questa versione?

Il prossimo 25 dicembre uscirà nelle sale italiane la versione animata di Spider-Man con protagonista Miles Morales. Ormai Sony continua inarrestabile nel suo marketing rilasciando di recente un nuovo trailer e uno Sneak Peek. Infatti le prime entusiastiche reazioni ufficiali e le recensioni, che portano la pellicola su vette altissime in Rotten Tomatoes, hanno dato una forza importante al film che adesso è atteso con un’apertura in Nord America da 40 milioni.

Adesso Shameik Moore (Dope) che doppia Miles Morales nel lungometraggio animato, durante un’intervista rilasciata ad MTV, ha dichiarato che vorrebbe interpretarlo direttamente lui lo Spider-Man di Morales in versione live action:

Sicuramente. Voglio sicuramente interpretare la versione live action di Miles Morales. Capisco che è un ragazzino, ma si spera, sai che possano cambiargli un pochino l’età e mettermici.

Mi piacerebbe combattere contro il Venom di Tom Hardy nei panni di Miles. Capisci cosa voglio dire? Sarebbe grandioso. Mi piacerebbe essere in coppia sul grande schermo con il mio attore preferito del momento.

Secondo Moore la scena post-credit mostrata in Venom che svelava un assaggio dell’animato era un primo antipasto segreto di Sony per indicare la nascita della versione live action di questo Spider-Man nell’universo di Venom:

Alla fine del film mostrano una nostra clip, alla fine di Venom. Penso che sia un primo assaggio. Deve essere così.

Miles Morales è stato creato sette anni fa, per la prima volta in Ultimate Fallout #4, quindi rispetto ad altri personaggi legati a Spidey da decenni, è piuttosto nuovo. Detto questo, Miles Morales è diventato un amato dai fan ed è probabile che si presenti in un film live action  prima o poi. Anche se Moore non è giovane come dovrebbe essere Miles Morales, ha ancora 23 anni. Allo stesso modo, Tom Holland interpreta una versione liceale di Peter Parker nel MCU, eppure ha 22 anni. Nonostante non ci sono state informazioni di casting per un live action su Miles Morales, o anche la conferma del personaggio al di fuori di Spider-Man: Un Nuovo Universo, Moore non dovrebbe essere fuori dalla corsa per il ruolo.

Avengers: Endgame, svelato il nuovo logo

È stato rilasciato il nuovo logo ufficiale di Avengers: Endgame che si avvicina al look di Thanos che ritroveremo il 24 aprile

La pagina ufficiale Facebook di Avengers ha svelato il nuovo logo di Avengers: Endgame che sfoggia uno schema di colori porpora e oro di Thanos. Dal devastante finale di Avengers: Infinity War lo scorso mese di aprile c’era grande attesa di ricevere le prime informazioni su Avengers 4. Marvel per aumentare l’hype ha preferito lanciarsi nella corsa promozionale solo alla fine della scorsa settimana quando il primo trailer ha debuttato online.

Ovviamente, il trailer di Avengers: Endgame ha sollevato più domande di quelle a cui ha risposto, per esempio come farà Tony Stark a riuscire a sopravvivere nello spazio, o come Scott Lang sia fuggito dal Regno Quantico in cui era rimasto alla fine di Ant-Man And The Wasp. Non è ancora del tutto chiaro come gli eroi ridotto in cenere come Spider-Man, Black Panther e Star-Lord riusciranno a tornare in vita.

A queste domande non è facile rispondere in tempi brevi, poiché dopo tutti questi mesi di segretezza, è chiaro che i Marvel Studios e i registi, Fratelli Russo, continueranno a mantenere un altissimo livello di mistero. Nel frattempo Marvel ha rilasciato un nuovo logo ufficiale per Avengers: Endgame, che ora è presente sugli account dei social media di Avengers. Isolato su sfondo nero, il colore dominante è il viola di Thanos e l’oro dei suoi ornamenti. Considerando che la pelle di Thanos è viola, e la sua armatura da battaglia (per non parlare del Guanto dell’Infinito) è d’orata, il logo è probabilmente un riferimento intenzionale al Titano Pazzo. Di seguito.

Avengers Endgame Viola Oro Logo

Il relativo vuoto di informazioni sostanziali che circonda Avengers: Endgame rimane frustrante per alcuni, anche se il trailer ha saziato in piccola percentuale la loro fame. Tanti aspetti del culmine dell’MCU restano sconosciuti, anche se almeno questo è servito ad alimentare altre teorie dei fan che circondano il progetto.

Avengers: Endgame esce nelle sale italiane il 24 aprile.

Black Panther nomination ai SAG Awards tra cui Miglior Cast

Black Panther continua nelle sua stagione delle nomination e ottiene pure quella di Miglior Cast e Miglior Stunt ai SAG Awards

Dopo la nomination ai Golden Globe come Miglior Film, le 12 nomination ai Critics Choice Awards e le consideration” agli Oscar, Black Panther riceve pure due nomination ai SAG Awards per Miglior Cast e Migliori Stunt. Per quest’ultimo riconoscimento inseriti pure Avengers: Infinity War e Ant-Man And The Wasp.

Outstanding Performance By A Male Actor in a Leading Role

Christian Bale – Vice
Bradley Cooper – A Star is Born
Rami Malek – Bohemian Rhapsody
Viggo Mortensen – Green Book
John David Washington – BlacKkKlansman

Outstanding Performance By A Female Actor in a Leading Role

Emily Blunt – Mary Poppins Returns
Glenn Close – The Wife
Olivia Colman – The Favourite
Lady Gaga – A Star is Born
Melissa McCarthy – Can You Ever Forgive Me?

Outstanding Performance By A Male Actor in a Supporting Role

Mahershala Ali – Green Book
Timothée Chalamet – Beautiful Boy
Adam Driver – BlacKkKlansman
Sam Elliott – A Star is Born
Richard E. Grant – Can You Ever Forgive Me?

Outstanding Performance By A Female Actor in a Supporting Role

Amy Adams – Vice
Emily Blunt – A Quiet Place
Margot Robbie – Mary Queen of Scots
Emma Stone – The Favourite
Rachel Weisz – The Favourite

Outstanding Performance By A Cast in a Motion Picture

A Star is Born
Black Panther
BlacKkKlansman
Bohemian Rhapsody
Crazy Rich Asians

Outstanding Performance By A Male Actor in a TV Movie or Miniseries

Antonio Banderas – Genius: Picasso
Darren Criss – The Assassination of Gianni Versace
Hugh Grant – A Very English Scandal
Anthony Hopkins – King Lear
Bill Pullman – The Sinner

Outstanding Performance By A Female Actor in a TV Movie or Miniseries

Amy Adams – Sharp Objects
Patricia Arquette – Escape at Dannemora
Patricia Clarkson – Sharp Objects
Penelope Cruz – The Assassination of Gianni Versace
Emma Stone – Maniac

Outstanding Performance By A Male Actor in a Drama Series

Jason Bateman – Ozark
Sterling K. Brown – This is Us
Joseph Fiennes – The Handmaid’s Tale
John Krasinski – Tom Clancy’s Jack Ryan
Bob Odenkirk – Better Call Saul

Outstanding Performance By A Female Actor in a Drama Series

Julia Garner – Ozark
Laura Linney – Ozark
Elizabeth Moss – The Handmaid’s Tale
Sandra Oh – Killing Eve
Robin Wright – House of Cards

Outstanding Performance By A Male Actor in a Comedy Series

Alan Arkin – The Kominsky Method
Michael Douglas – The Kominsky Method
Bill Hader – Barry
Tony Shalhoub – The Marvelous Mrs. Maisel
Henry Winkler – Barry

Outstanding Performance By A Female Actor in a Comedy Series

Alex Borstein – The Marvelous Mrs. Maisel
Alison Brie – GLOW
Rachel Brosnahan – The Marvelous Mrs. Maisel
Jane Fonda – Grace and Frankie
Lily Tomlin – Grace and Frankie

Outstanding Performance By an Ensemble in a Drama Series

The Americans
Better Call Saul
The Handmaid’s Tale
This Is Us
Ozark

Outstanding Performance By an Ensemble in a Comedy Series

Atlanta
Barry
GLOW
The Kominsky Method
The Marvelous Mrs. Maisel

Outstanding Action Performance By A Stunt Ensemble in a Comedy or Drama Series

GLOW
Daredevil
Tom Clancy’s Jack Ryan
The Walking Dead
Westworld

Outstanding Action Performance By A Stunt Ensemble in a Motion Picture

Ant-Man and the Wasp
Avengers: Infinity War
The Ballad of Buster Scruggs
Black Panther
Mission: Impossible – Fallout

Captain Marvel: nuova immagine ufficiale

Nella nuova immagine ufficiale rilasciata dai Marvel Studios Captain Marvel è pronta per affrontare la minaccia Skrull guidati da Talos

È stata rilasciata una nuova immagine ufficiale da Captain Marvel che vede l’eroina di Brie Larson nel suo costume Kree mentre si prepara a salire su un treno per la resa dei conti con un agente Skrull.

Dopo il rilasciato del secondo trailer ufficiale che ci ha mostrato un assaggio della potenza di Captain Marvel, lo studio continua spedito nella promozione del film. Infatti dopo il secondo filmato Marvel Studios ha portato la pellicola di Anna Boden e Ryan Fleck al Comic-Con Experience di San Paolo in Brasile dove è stata mostrata una nuova clip, descritta qui. Inoltre Brie Larson ha potuto rilasciare delle intervista dove ha stuzzicato sulla sua apparizione in Avengers 4 e il fatto che sarebbe persino stata in grado di sollevare il Mjolnir di Thor.

Adesso lo studio continua nella promozione del film ambientato nel passato dell’MCU attraverso il rilascio di una nuova immagine. Tale scatto è quasi certamente il preludio allo scontro con quella dolce e anziana signora che in realtà è un terrificante Skrull sotto mentite spoglie. Di seguito la nuova immagine ufficiale:

Captain Marvel nuova foto ufficiale

L’eroina lo ricordiamo era stata anticipata in occasione della scena post-credit di Avengers Infinity War e la ritroveremo in Avengers: Endgame. I dettagli sulla trama non sono noti ma è stato anticipato dal presidente Kevin Feige che si baserà sulla run di Kelly Sue DeConnick.

Nel cast anche il Phil Coulson di Clark Gregg, Ronan l’Accusatore di Lee Pace, Korath di Djimon Hounsou (che sarà anche il mago in Shazam!). Saranno introdotti nuovi personaggi come il leader Skrull di Ben Mendelsohn, Talos, e il Guerriero Kree misterioso che interpreterà Jude Law.

Captain Marvel esce nelle sale italiane il 6 marzo 2019.

Il titolo di Avengers: Endgame già pronunciato in Age of Ultron

Il titolo di Avengers: Endgame era stato prounciato per al prima volta da Tony Stark (Robert Downey Jr.) in Age of Ultron e non Infinity War

Il titolo di Avengers: Endgame non è solo un richiamo a una citazione di Avengers: Infinity War ma va ancora indietro nel tempo ad Avengers: Age of Ultron. Mentre il ricordo più chiaro nella mente è la parola Endgame pronunciata da Doctor StrangeWe are in endgame” c’è una citazione ancor più importante e ricercata che fa capire la precisione maniacale dei Marvel Studios. Infatti il primo Avengers che lo ha detto è stato proprio Tony Stark in Avengers: Age of Ultron proprio riguardo la futura calamità cosmica avveratasi alla conclusione di Infinity War.

Dopo mesi di teorie il primo trailer di Avengers: Endgame ha finalmente concluso il dibattito su quale sarebbe il titolo di Avengers 4. Ora il passo successivo è cercare di decifrare il significato nascosto dello stesso termine. L’ovvio riferimento alla citazione di Doctor Strange in Infinity War posiziona Endgame come suo sequel naturale. A prescindere Endgame anticipa un piano dei Vendicatori  che cercheranno di raddrizzare l’universo dal danno inflitto da Thanos; inoltre Avengers 4 gioca sulla conclusione del ciclo di 22 film iniziati con Iron Man nel 2008, aprendo le porte al futuro dell’MCU con la fase 4 di cui abbiamo discusso qui.

PERCHÉ TONY STARK HA PARLATO DI ENDGAME IN AVENGERS: AGE OF ULTRON

Mentre vedeva Doctor Strange diventare polvere, Tony Stark era probabilmente troppo traumatizzato per ricordare che era stato proprio lui, e non il mago, che aveva pronunciato per la prima volta “endgame” in Age of Ultron. Nel sequel di Joss Whedon del 2015, Stark si ritrova a respingere la colpa degli Avengers per l’attacco a sorpresa di Ultron subito nell’Avengers Tower. Iron Man ha ricordato loro quando ha salvato il mondo facendo volare il missile nucleare dello S.H.I.E.L.D. attraverso il tunnel spaziale di Manhattan in The Avengers, dove ha poi visto la massiccia flotta dei Chitauri esplodere. Tony ha discusso con i suoi compagni dicendo loro:

Ricordate che ho portato un arma nucleare in un wormhole? Salvato New York? Ricordate? Un esercito di alieni ostili ha attraversò un buco nello spazio… erano a cento metri da noi. Siamo gli Avengers. Possiamo bloccare trafficanti d’armi tutto il giorno ma… quello lassù, quello… quello è il game over. Come pensavate di sconfiggerlo?

La versione originale recita di seguito:

We’re the Avengers. We can bust arms dealers all the livelong day, but that up there… that’s the endgame.

LEGGI ANCHE: AVENGERS: ENDGAME È LA FINE DEL VIAGGIO, ANALISI

L’Engame di Iron Man si riferisce agli alieni di un potere così travolgente che nemmeno i Vendicatori possono fermarli. Dall’esperienza di pre-morte di Stark, dal suo sguardo agli extraterrestri che minacciano la Terra, alla conclusione di Infinity War è chiaro perché sia stato utilizzato il termine endgame. La ragione di Tony per la costruzione originaria di Ultron era di creare “una protezione per tutto il mondo” che avrebbe protetto il pianeta dagli alieni anche quando gli Avengers non ci sarebbero stati più. Il bisogno di Stark di proteggere la Terra con Ultron era esacerbato dal sogno che gli aveva scatenato Scarlet Witch in Age of Ultron, dove tutti i suoi amici erano morti per mano degli alieni.

In definitiva, Thanos era la personificazione della minaccia extraterrestre che Iron Man aveva temuto dai momenti finali di The Avengers. All’inizio di Infinity War, c’è stato un momento eloquente in cui Bruce Banner, Doctor Strange e Wong hanno spiegato l’imminente minaccia di Thanos e Stark ha esclamato “Ci siamo!” dicendo poi direttamente a Thanos durante il combattimento su Titano: “La mia unica maledizione sei tu.” E quando Stark e Strange hanno preso la nave di Fauce d’Ebano per raggiungere Titano, Tony dice a Thanos che aveva vissuto nella sua testa “per sei anni “.

Il Titano Pazzo non solo è riuscito a fare l’impensabile facendo scomparire metà della popolazione nell’universo, ma Iron Man non è riuscito nemmeno a fermarlo ed ora si ritrova disperso nello spazio.

Avengers: Endgame esce nelle sale italiane il 24 aprile 2019.

Per Brie Larson Captain Marvel può sollevare Mjolnir

Captain Marvel è pronta ad arrivare nel momento di maggior bisogno degli eroi stuzzicando sulla possibilità di sollevare Mjolnir

Captain Marvel è pronta a diventare una delle eroine più potenti dell’Universo Cinematografico Marvel come ha confermato l’ultimo trailer, ma potrà mai sollevare il martello di Thor, il Mjolnir?

Il possente martello Mjolnir di Thor ha un incantesimo che consente solo a qualcuno che ne è degno di sollevarlo. Nell’iniziale MCU è stato solo Thor a riuscirci, anche se alla domanda se Captain Marvel potesse sollevarlo, Brie Larson pensa che siano molto alte le probabilità. Quando le è stato chiesto da BuzzFeed Brasil, Larson ha scosso la testa e ha sorriso, dicendo “definitivamente sì“.

Ora, ad essere onesti, lei non sarebbe la prima a prenderlo. In una scena memorabile di Avengers: Age of Ultron, gli altri Avengers hanno provato a sollevare Mjolnir, tra cui Tony Stark e James Rhodes. Capitan America / Steve Rogers c’è andato più vicino, in realtà riuscendo a farlo muovere, il che ha allarmato Thor. Ironia della sorte è stato Visione in seguito che lo ha sollevato senza alcun problema.

Inoltre l’attrice ha risposto ad alcune domande dei fan presenti al panel del CCXP (qui la descrizione del footage) e nonostante non abbia rivelato il suo potenziale coinvolgimento in Avengers: Endgame ha stuzzicato la folla di fan spiegando loro:

È il personaggio più forte dell’Universo Marvel, arriverà in un momento molto interessante, no?

Captain Marvel uscirà nelle sale italiane il 6 marzo 2019.