Torna pure DC’s Legends of Tomorrow dopo la pausa invernale con “The Legion of Doom” che porta gli eroi nonché viaggiatori del tempo a scontrarsi con la legion of Doom intenzionata a prendere la lancia del destino. In quest’episodio ritroviamo finalmente una vecchia conoscenza del gruppo ma soprattuto l’aberrazione ci riporta alla fine degli anni ’60 quando George Lucas doveva ancora decidere se intraprendere la strada della regia.

La Legion of Doom irrompe su Legends of Tomorrow ma gli eroi sono impegnati con…Lucas, sì George Lucas

Si toccano tanti punti in questa puntata che comunque risulta un po’ troppo pasticciata, tanto materiale che si poteva e doveva gestire meglio tra cui il rapporto Mick e il “ricordo” del suo vecchio amico che risulta spesso sottotono e non appaga lo spettatore; ma non solo perché nella puntata in questione a causa dell’aberrazione temporale ATOM e il buon Steel vengono confusi a causa dell’indecisione di Lucas e gli sceneggiatori trasformano una sequenza apparanemtente drammatica ed esistenziale in una scena forse un po’ troppo sciocca ma ormai sappiamo che il canovaccio di DC in TV è un po’ più leggero e tenero rispetto al cinema – anche se pare le cose cambieranno anche lì in un certo senso.

Anche la Legion of Doom risulta quasi una macchietta e non fa mai veramente così tanta paura, per caso si vede che vedendo pure Agents of SHIELD che ha alzato il tono dello show, questo così come altri di The CW non mi prendono più come una volta? Tornando al punto. Il mid-season premiere è una puntata buona nelle intenzioni e nella vie generali ma nel momento di apprfondire pasticcia un po’ fallendo nell’esperimento esistenziale di Lucas.

Insomma si potrebbe far meglio ma la strada al momento è tutta in salita. Il buon Rip Hunter, quello vero, servirebbe come il pane. Peccato che ci sarà ancora un po’ da aspettare.