Le informazioni personali che molto spesso vengono violate, probabilmente verranno regolamentate da un sistema unico.

L’uonione Europea avanzerà infatti una nuova proposta volta a modificare la regolamentazione della gestione della privacy online. Si tratta di una mossa attesa da tempo e che potrebbe avere non poche ripercussioni su giganti, quali Google ma soprattutto Faceboook.
Il vicepresidente Europeo Viviane Reding ha sottolineato, alla DLD conference tenutasi a Monaco qualche giorno fa, come una nuova legislazione sia necessaria non solo per proteggere gli utenti da possibili furti o minacce ma anche per snellire la burocrazia in Europa: “In Europa abbiamo troppe regole, in contrasto tra loro. Il costo extra per le attività di business è di 2,3 milardi di euro all’anno”.


Secondo diverse fonti l’agenzia di stampa Reuters è venuta in possesso di una bozza, delle proposte, che verranno presentate oggi:

  • Rafforzamento dei poteri di lotta contro le falle di protezione..
  • ..assicurando ai garanti di dare comunicazione tempestiva della falla, a seguito di una gestione non adeguata. 
Un esempio di questo può essere il caso Psn (Playstation network) dove sono stati rubati dati di 70 milioni di utenti.
  • Gli stati membri dell’Unione Europea potranno elevare sanzioni alle compagnie fino all’1% del loro fatturato totale.
  • Portabilità: il trasferimento dei propri dati ad altri o nuovi servizi.
Non è da escludere che prima che una legge del genere passi,  trascorrano almeno 2 o 3 anni.. 
Staremo a vedere, e noi di Tecnologgando vi terremo informati!

Se questo articolo ti è piaciuto; Iscriviti al Feed e seguici su Twitter.

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome