Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha discusso dell’importanza del Regno Quantico dal libro Marvel Studios: The First Ten Years

Continuando nell’intervista di Kevin Feige dal libro Marvel Studios: The First Ten Years, che sarà disponibile il 13 novembre il presidente ha parlato anche del Regno Quantico.

Alla fine di Ant-Man abbiamo seguito Scott Lang nel Regno Quantico per la prima volta, stavamo iniziando a togliere i veli che in seguito sarebbero stati completamente rimossi in Doctor Strange andando nel multiverso. Abbiamo fatto quindi un piccolo test.

Ma ora il Regno Quantico è un intero territorio che possiamo usare per raccontare le nostre storie. È molto più grande di quanto avessimo mai immaginato, e ci sono tutti i tipi di avventure che si possono avere in quella dimensione che forse esploreremo in un altro film. 

Effettivamente un fan occhio di falco di recente avrebbe pure avvistato un’intera città da un fermo immagine di Ant-Man and The Wasp. Quindi con queste parole non sembra proprio frutto di fantasia o speculazioni. Mentre direttamente dai Britannia Awards dove Kevin Feige è stato insignito del premio Creative Visionary Awards ha discusso del motivo per cui esistono le scene post-credit.

I film avvicinano le persone, non solo davanti a uno schermo ma anche dietro le quinte.
Ai Marvel Studios, abbiamo sempre messo una scena alla fine dei titoli di coda, fin dall’inizio. I fan le adorano perché spesso anticipano ciò che viene dopo anche se in realtà il motivo è diverso.
La cosa più bella è che il pubblico di tutto il mondo resti seduto a leggere i nomi delle centinaia di persone che hanno contribuito alla creazione del film.
Da piccolo mi ispirava tanto vedere tutti quei nomi e spero che anche oggi le persone vengano ispirate da tale incredibile lavoro.

VIA