Walter Hamada è il nuovo presidente della DC Film: una scelta che potrebbe rappresentare un nuovo trampolino di lancio per riportare in carreggiata il DCEU. Sembrava che un definitivo passo in avanti fosse stato compiuto con il trionfo di Wonder Woman ma, in realtà, il tutto si è tradotto in un clamoroso tonfo con Justice League, il quale ha letteralmente lasciato terra bruciata intorno a sé non soltanto in termini di resa cinematografica ma anche in termini di box office. Dalle stelle alle stalle, come si suol dire. Justice League non è stato nient’altro che il culmine di un gioco di divergenze creative che ha avuto origine con Man of Steel ed è proseguito con Batman V Superman – accusato di essere troppo Dark – tanto che una turbata Warner Bros, pur di ricevere il consenso di pubblico e critica, ha ordinato dei reshoot estesi per Suicide Squad, arrivando quindi all’ennesima frattura.

Al di là delle controversie “dietro le quinte”, tutti questi film sono stati soddisfacenti dal punto di vista del box office, ad eccezione di Justice League che ha suscitato un sincero disappunto, non ponendosi di peso come la controparte DC degli Avengers di casa Marvel. La storia inerente la sua produzione è divenuta ormai leggenda: il passaggio di testimone tra Zack Snyder e Joss Whedon è risaputo, così come sono risapute le critiche mosse a Snyder e il malcontento di Warner Bros nei confronti del regista. Ed è risaputo come la missione di Whedon fosse una mission impossible, tanto che la stessa Warner ha commissionato dei reshoot per rendere più accettabile la pellicola per il pubblico e per ottenere più audience, nonché riscontri positivi arrivati effettivamente solo dal pubblico. Il tutto senza far slittare la data di uscita del film. Possiamo tranquillamente affermare che, in tutta questa forzatura, ben poco si è salvato.

Il tonfo di Justice League é il segno di un urgente bisogno: trovare qualcuno che sappia tracciare un nuovo percorso improntato al successo, un uomo che sia in grado di portare in alto prodotti cinematografici di qualità. Fortunatamente Hamada sembra sia l’uomo giusto.

PERCHÉ HAMADA È L’UOMO GIUSTO?

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome