Henry Cavill lascia il DC Extended Universe a causa di un mancato accordo per un cameo in Shazam! ma la storia sembra raccontarci molto di più delle intenzioni di rinnovamento in casa Warner Bros.

Il DC Extended Universe ha appena perso il suo Uomo d’Acciaio Superman, infatti Henry Cavill ha lasciato il ruolo.

Leggi anche – Kit Harington Batman? Warner Bros. ci pensa [RUMOR]

L’uscita si è verificata a causa della conclusione negativa dei negoziati per un cameo nel film di Shazam! per conflitti con gli impegni dell’attore britannico. Sembra proprio che l’uscita abbia permesso a Cavill di accettare il ruolo nello show Netflix di The Witcher.

Con l’addio di Cavill, Warner Bros. non girerà un altro film di Superman per diversi anni, sappiamo infatti ci sono già quattro film previsti in riprese per il 2019 e per il 2020 c’è Green Lantern Corps di Geoff Johns. Invece, lo studio sposterà l’attenzione sul pianificato film di Supergirl per cui vorrebbe una regista donna.

Leggi anche – Black Adam: ecco quando iniziano le riprese del film

Il The Hollywood Reporter ha fatto capire che Warner Bros. dopo aver chiuso il capitolo con Ben Affleck, l’abbia voluto chiudere pure con Henry Cavill e le divergenze hanno rappresentato la perfetta palla da cogliere al balzo per lo studio:

Superman è come James Bond, e dopo un certo numero di film devi guardare a nuovi attori.

Da fonti anonime (vicine a WB) hanno riconosciuto che “alcune sue parti dei film precedenti non funzionavano“. Un’altra fonte suggerisce che questo fa tutto parte della strategia di rinnovamento per DC Films.

Leggi anche – Captain Marvel avrà finale dark per Ben Mendelsohn?

Questa idea è stata supportata dai commenti del CEO di WarnerMedia John Stankey durante una chiamata agli investitori all’inizio di questo mese, in cui ha detto che “Alcuni dei nostri franchise, in particolare DC, pensiamo possano far meglio.”