Dopo l’appello contro AT&T- Time Warner, Comcast sembra ripiegherà su Sky lasciando a Disney l’attesa fusione con Fox

Le probabilità di portare a termine la fusione con 20th Century Fox per Disney hanno subito un’improvvisa impennata. Secondo CNBC è improbabile che Comcast faccia pervenire un’offerta più alta di quella Disney, concentrandosi sull’acquisizione di Sky.

La guerra delle offerte è entrata nel vivo quando l’accordo AT&T-Time Warner è stato approvato. Comcast credeva che il Dipartimento di Giustizia  avrebbe ammorbidito le sue posizioni su colossi diversi da quelli cinematografici. CNBC riferisce che è “improbabile” che Comcast faccia un’altra offerta per Fox dopo l’ultimo accordo trovato con Disney. A questo punto è altamente probabile rivolgeranno la loro attenzione a Sky. Attualmente Fox possiede una quota del 39 percento e Comcast è interessata al restante 61 percento. La decisione di ritirarsi dall’asta arriva dopo l’appello per bloccare il precedente accordo tra AT&T e Time Warner che adesso è seriamente a rischio.

Entrambi questi possibili accordi per Comcast riguardano l’espansione e la crescita nel panorama media. Tuttavia, non c’è mai stata la sensazione che   Comcast potesse prendersi Fox. Fin dalla firma di dicembre, reputavano estremamente remota la possibilità di un colosso diverso. Ciò è stato essenzialmente dimostrato quando Comcast aveva fatto un’offerta di 65 miliardi e la Disney restava ai 52 miliardi facendosi preferire comunque da Fox.

Spostare dunque l’attenzione su Sky sembra essere la mossa migliore. Nonostante Sky sia vista come una risorsa preziosa, è improbabile che Disney entri in una guerra magari per vedere fallire l’intera acquisizione di Fox. La situazione dunque potrebbe terminare nel modo forse più logico. Comcast potrebbe ottenere il pieno controllo di Sky (compresa la quota del 39% di Fox) mentre Disney tutto il resto.

La posizione di Comcast potrebbe comunque cambiare qualora l’appello presentato dal Dipartimento contro la fusione di AT & T-Time Warner fallisca.  Disney invece ha già ricevuto l’approvazione dal governo e solo un investitore non è per nulla convinto. Comcast potrebbe vedersi presentare un appello che ad AT&T e Time Warner, comunque vadano le cose, sta creando parecchi problemi.

Leggi anche – Kevin Feige rivela che “passeranno anni per introdurre gli X-Men e i Fantastici 4 nel MCU”