Il CEO Disney Bob Iger ha parlato ufficialmente per la prima volta dell’ingresso degli X-Men e i Fantastici 4 nel Marvel Cinemaic Universe di Kevin Feige

In una recente intervista rilasciata al The Hollywood Reporter, il CEO della Disney Bob Iger ha parlato ufficialmente per la prima volta della possibilità che i personaggi Marvel di 20th Century Fox dopo l’acquisizione Disney si uniscano al Marvel Cinematic Universe.

Leggi anche – Loki, Scarlet Witch in sviluppo le serie tv per il servizio streaming Disney

Quando gli è stato chiesto se il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige supervisionerà la fusione dei personaggi Fox / Marvel nell’MCU ha dichiarato quando segue:

Penso che sia proprio questo il senso [dell’acquisizione]. Voglio stare attento qui a causa di ciò che è stato comunicato ai dipendenti Fox, ma penso che lo sappiano già. Ha senso che la Marvel sia supervisionata da un’unica entità. Non dovrebbero esserci due Marvel.

A Iger è stato chiesto quindi se vedremo gli X-Men e in particolare Deadpool unirsi agli Avengers:

Kevin ha molte idee. Non ne sto suggerendo uno in particolare. Ma chi lo sa? 

Leggi anche – Captain Marvel: il primo trailer ufficiale italiano

Non è una sorpresa che Iger stia fremendo per ciò che riguarda il futuro del Marvel Cinematic Universe, ma resta il diktat dell’assoluto silenzio. Infondo sappiamo come funzionano i Marvel Studios. THR ha inoltre chiesto all’Amministratore Delegato lumi sulla questione James Gunn e Iger conferma di aver supportato la scelta degli altri executives durante il suo periodo di vacanze.

Direi che c’è una miscela del mio aiuto nel prendere la decisione finale riguardo le decisioni prese [dagli altri dirigenti]. C’era completa unanimità nella scelta. Abbiamo discusso di come sarebbe stata comunicata e, quando, perché ci sono stati una serie di soggetti che dovevano essere debitamente avvisati, ma la decisione è stata presa in maniera completamente unanime. La decisione su James Gunn mi è stata riferita come una decisione unanime di una varietà di dirigenti nello studio e l’ho supportata. 

Insomma pare che nonostante le voci di ripensamento sopraggiunte durante il mese scorso, in realtà la scelta sia stata molto più semplice richiedendo solo i tempi tecnici per avvisare l’altra parte.