Si ritorna agli anni ’80 col primo trailer ufficiale e il poster di Bumblebee, atteso spin-off di Transformers

Paramount Picitures e 20th Century Fox Italia hanno rilasciato il primo trailer di Bumblebee, spin-off della serie Transformers.

Il prossimo capitolo live-action riporta il pubblico negli anni ’80 in un’avventura che trova il celebre Autobot incrociare il cammino di una ragazza di nome Charlie, interpretata da Hailee Steinfeld.

Leggi anche – Chris Hemsworth: “Mark Ruffalo spoilera quasi tutti i film ma è adorabile”

Infatti ci troviamo nel 1987 con Bumblebee che riesce a trovare rifugio in una discarica di una piccola città balneare della California. La giovane sulla soglia dei 18 anni, trova un maggiolino mezzo distrutto e lo porta a casa con se. Quando Charlie lo riattiva scopre rapidamente che non è una semplice automobile.

Da lì partirà una storia incredibile che figurerà pure John Cena che fa una breve apparizione nel teaser, insieme a uno degli altri robot mascherati che saranno presenti nella pellicola. È stato riportato inoltre che anche Optimus Prime farà la sua apparizione.

Di seguito il trailer:

Il trailer di Bumblebee non sorprende che non sveli granché della trama (tra l’altro è solo un teaser) però riesce a stabilire che avrà un tono  diverso dai film di Bay. La pellicola è stata paragonata dai suoi produttori a Il gigante di ferro di Brad Bird e il messaggio passa chiaramente attraverso il trailer. Provoca un dolce senso di meraviglia e allude a un rapporto sincero tra “B” e il suo nuovo compagno umano Charlie. E naturalmente, dato l’ambientazione degli anni ’80 del film, il trailer riesce a intrufolarsi pure nella cultura pop del decennio.

Leggi anche – Il trailer di Aquaman, il costume di Shazam e The Batman con Ben Affleck al SDCC 2018 [RUMOR]

Inoltre ecco il poster ufficiale:

Travis Knight dirige il film di Bumblebee da una sceneggiatura scritta da Christina Hodson (Birds of Prey, Batgirl). Il film vede la partecipazione di John Cena, Jorge Lendeborg Jr., Jason Drucker, Abby Quinn, Rachel Crow, Ricardo Hoyos e Gracie Dzienny.