Ben Affleck starà 30 giorni in riabilitazione per cominciare ma già aveva provata a tornare sulla retta via prima dell’aiuto della sua ex-moglie

Ben Affleck aveva provato in questi giorni a rimettere sul binario giusto prima che sua moglie lo aiutasse ma purtroppo non ci è riuscito.

Leggi anche – Aquaman ecco il fumetto prequel, novità su Mera e Black Manta

TMZ ha appreso che Ben Affleck ha cercato di rimettersi sulla retta via recandosi presso un centro buddista, avviandosi alla meditazione focalizzata su corpo, mente e spirito per allontanare la dipendenza. L’attore e regista ci ha provato più volta settimana scorsa, ben consapevole di essere finito in una spirale discendente.

Il sito ha scoperto che ancora una volta l’ex moglie di Ben Affleck è venuta a dargli un mano e lo ha portato in un centro di riabilitazione presso la contea di Los Angeles dove starà per cominciare almeno 30 giorni. TMZ riferisce che “ci è stato detto che Ben Affleck non aveva bisogno di essere convinto ad andare lì perché sapeva di essere in condizioni disperate“.

Leggi anche – Hans Zimmer riparte da Wonder Woman 1984 con DC

Qui trovate l’ultima foto scattata in cui la moglie lo porta al centro di riabilitazione e si vede Affleck stare parecchio male.
Viene aggiunto inoltre che non appena Jennifer Garner ha visto quella foto con le bottiglie di birra è accorsa subito per aiutare il suo ex-marito.

Ben Affleck aveva completato il suo secondo periodo in un centro di riabilitazione l’anno scorso dicendo, “Voglio vivere la vita al massimo ed essere il miglior padre possibile per i miei figli, che voglio sappiano che non c’è vergogna nel chiedere aiuto quando serve“.

Leggi anche – Justice League: era a inizio film la battaglia del ritorno di Superman

L’attore di Batman v Superman: Dawn of Justice e Justice League ha lasciato la sua casa ieri alle 6 di pomeriggio orario del pacifico. Oltre a Garner nell’auto che lo ha portato al centro di riabilitazione era presente una donna non identificata.

Fonte