Quando è stato annunciato il titolo del film con Batman e Superman diretto da Zack Snyder, Batman v Superman: Dawn of Justice, la reazione soprattutto oltre oceano ha portato ad una frattura netta trai fan, soprattutto quelli che in un sequel di Superman avrebbero preferito che il suo nome fosse venuto prima di BatmanJohn Campea, durante il TV Show AMC ha provato a dare una sua spiegazione ricavandola da un analisi del mondo giuridico.

Ho una formazione giuridica. La “v”, è un termine contraddittorio che si usa nei tribunali. Quando vai in tribunale e leggi i casi giudiziari vecchi, trovi scritto ad esempio “Smith v California”. Il primo nome rappresenta la parte lesa, quella offesa. Quindi quello che sto dicendo è che il primo ha un problema col secondo. E’ così che si fa nel mondo legale. Ora guardando il titolo, tutto ha senso se togliamo la s [di “vs” che si prospettava nei rumors] in favore solo di “v”. Secondo me, Batman sarà in secondo piano all’interno del film. Non ho dubbi su questo.

Quindi nel titolo starebbe messo prima Batman solo per una questione giuridica. Intendiamoci Batman non porterebbe mica Superman in tribunale, ma il punto è che il Cavaliere Oscuro ha sempre avuto un modo diverso di far fuori le minacce dato che alla fine non uccide nessuno. Mentre Superman ne L’Uomo d’Acciaio ha quasi distrutto mezza città, lasciandosi migliaia di morti sul proprio cammino, di conseguenza Batman potrebbe avere un grossissimo problema e potrebbe vedere inizialmente Superman come una terribile minaccia per il genere umano che il Cavaliere Oscuro stesso rappresenta.

Vi lasciamo il video qui in basso. Pensate che sia giusto il ragionamento di Warner Bros. ad utilizzare un titolo del genere?

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=GFETCVJm6XI]

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome