L’immagine non rappresenta il vero prodotto

Qualche giorno fa vi avevamo parlato del fatto che in quel di Cupertino si stesse studiando e lavorando duramente per presentare entro questanno un nuovo prodotto che potesse cambiare il concetto di tempo: stiamo parlando di iWatch. A diffondere questo rumour è Bloomberg, agenzia stampa statunitense, tramite alcune fonti e precisamente “due persone che conoscerebbero i piani dell’azienda”.


Un team composto da ben 100 persone, capeggiato da James Foster e Achim Pantfoerder, si starebbe occupando esclusivamente della progettazione del rivoluzionario orologio che si pensa, sarà in vetro ricurvo e capace di interfacciarsi con iPhone e iPad; anche perché a tale progetto lavorano ingegneri software e hardware che hanno precedentemente lavorato nella stessa divisione iPhone e iPad.


Se uscisse entro pochi mesi iWatch potrebbe rappresentare la soluzione in un mondo di smartwatch ancora “acerbi e introvabili” come attesta lo stesso Bruce Tognazzini, consulente tecnologico e impiegato Apple, che sottolinea inoltre come questo nuovo strumento potrebbe “avere un profondo impatto sulle nostre vite“.

In sintesi sarebbe questa la soluzione che Apple avrebbe in mente per contrastare gli occhiali intelligenti di Google o meglio conosciuti come Project Glass, perché si crede che lo stile del design Apple possa ancora una volta affascinare i consumatori in maniera maggiore rispetto a degli occhiali ingombranti come sembrano quelli di Google.