Le scene post-credit di Ant-Man and The Wasp sono due ed una più inquietante dell’altra

La prima scena è a metà dei titoli di coda di Ant-Man and The Wasp e riprende poco dopo gli eventi del sequel. Questa vede Hank Pym (Michael Douglas), Hope Van Dyne (Evangeline Lily) e Janet van Dyne (Michelle Pfeiffer) che lavorano per aiutare a guarire Ghost. La missione consiste nel mandare di nuovo Scott Lang / Ant-Man (Paul Rudd) nel Regno Quantico, al fine di raccogliere e recuperare l’energia necessaria per aiutare la ragazza. Usando il Tunnel Quantico di Hank, Scott ritorna nelle dimensione in miniatura ma sfortunatamente è proprio il momento dello schiocco.

Leggi anche – Iron Man avrà nuova armatura per affrontare Thanos in Avengers 4 [TEORIA]

Dopo aver intrappolato con successo l’energia di cui ha bisogno, Scott chiede alla squadra Pym di estrarlo. Scott prova diverse volte a contattarli, ma senza successo. A quel punto la scena si sposta sul mondo fisico ma tutto ciò che vediamo è polvere, sono spariti tutti: Hank, Hope e Janet. Sì, questa scena si verifica proprio quando i Vendicatori vengono definitivamente sconfitti e la vita nell’universo cambia completamente. Tutta la famiglia Pym viene eliminata dallo schiocco delle dita di Thanos, risparmiando però Scott nel Regno Quantico.

Le grandi domande ora sono, come Ant-Man uscirà dal Regno Quantico senza i Pym, e se sia stato il Regno Quantico o meno a risparmiare la vita di Scott. Qualora questa dimensione sia responsabile della sua protezione è chiaro che il microverso ha un’importanza fondamentale per gli eventi di Avengers 4.

Leggi anche – Avengers 4: nuovi dettagli sulla trama dei viaggi nel tempo e le dimensioni

La seconda scena di Ant-Man and The Wasp per certi versi è la più comica ma sono i dettagli sullo sfondo che la rendono la più inquietante delle due e di tutto il film.

Dopo la fine dei titoli di coda ci ritroviamo in casa di Scott Lang, dove è rimasto agli arresti domiciliari per gli eventi del film. La casa è stranamente silenziosa, fatta eccezione per il suono della trasmissione di emergenza in TV, facendo capire che questa scena è ambientata dopo lo schiocco che ha cancellato metà dell’Universo e sulla Terra regna il caos. La svolta comica arriva quando vediamo la formica gigante di Scott, che ha usato per mettergli il braccialetto degli arresti domiciliari è ancora viva e vegeta continuando la sua routine quotidiana.

La cosa importante di questa scena post-credit è che si tratta della nostra prima vera occhiata alla vita nell’Universo Cinematografico Marvel dopo lo schiocco di Thanos e prima dell’inizio di Avengers 4.

Avengers 4: trapela la trama falsa ma sarebbe incredibile se fosse vera

Avengers 4: rivelato il titolo dal direttore della fotografia dei fratelli Russo? sicuramente lo sapremo dopo il teaser di Captain Marvel alla fine dell’anno.