Scaduto l’embargo dalle visite sul set di Ant-Man and The Wasp ci arrivano una montagna di dettagli sul sequel

Il prossimo 14 agosto Ant-Man and The Wasp arriva finalmente nelle sale italiane e ieri è scaduto l’embargo dalle visite sul set della stampa con una montagna di dettagli.

Nella pellicola vedremo il duo capitanato da Ant-Man (Paul Rudd) e Wasp (Evangeline Lilly) affrontare la malvagia Ghost (Hannah John-Kamen) direttamente dal regno quantico, qui le immagini. L’apertura prevista dovrebbe superare l’originale al box-office.

Ant-Man and The Wasp inoltre esplorerà ulteriormente il passato di Hank Pym e la perdita della moglie Janet Van Dyne, dopo la sua sparizione nel Regno Quantico. Recentemente il regista Peyton Reed, e l’attrice Evangeline Lilly hanno parlato di come il film sarà incentrato sulla missione per trovare il personaggio di Michelle Pfeiffer, Janet Van Dyne. Ebbene dalle visite nel set sono emersi tanti succosi dettagli su Ant-Man and The Wasp che ritrovate di seguito.

Leggi anche – Avengers 4: le foto dal set confermano momento chiave di Iron Man

Janet Van Dyne nel Regno Quantico

Durante la visita sul set di Ant-Man & the Wasp, è stato chiesto al produttore esecutivo Stephen Broussard se Janet  Van Dyne sia cambiata negli ultimi decenni nel Regno Quantico?

Mi spieghi come è invecchiata? Cosa ha mangiato? Come abbia fatto in generale a sopravvivere?

Stephen Broussard: risponderemo sicuramente a tutte queste domande. Questa è parte delle domande che si chiederanno anche i nostri eroi. È come una missione di speranza e preghiera, una missione di fede, che sperano che sia laggiù in un certo senso mentre la affrontano. E hanno le stesse domande. Come è stata la vita per lei, no?

È stata lì tutto il tempo? È rimasta da sola per 30 anni?

Stephen Broussard: ottime domande. [Ride]

Ghost e la minaccia che rappresenta

Leggi anche – Avengers: Infinity War ci riesce davvero superando i 2 miliardi al box-office mondiale

Il solito Stephen Broussard ha dichiarato che il personaggio interpretato dall’attrice Hannah John-Kamen sarà “estremamente cazzuta”:

Il set di poteri sarà il medesimo [col personaggio dei fumetti], stessa cosa per il look che in effetti è piuttosto classico, sai abbiamo preferito non reinterpretarlo, penso sia stato solo fatto un processo di modernizzazione. Il nostro team di project designer ha fatto un ottimo lavoro, ci siamo attenuti agli schemi classici, rendendolo molto simile ai fumetti. In effetti, “è una buona idea di come potrebbe essere nel mondo reale” e certamente questo è il caso di Ghost. Quando pensi a Ghost, pensi al cappuccio. Pensi al vestito bianco e il resto. Hannah indossa il costume splendidamente bene, è meravigliosa. Sarà estremamente cazzuta.

Evangeline Lylly invece svela che la suit della sua Wasp è molto simile a quella di Iron Man

Parlando dal set di Ant-Man and The Wasp, l’attrice ha detto:

Il mio costume è un upgrade della suit indosso a Scott Lang che era l’abito originale di Hank degli anni ’60. Quindi, questo è il risultato di ciò che siamo riusciti a fare con la tecnologia attuale, il mio costume per esempio ha dei blaster ai polsi. Ho le ali. Essenzialmente la tuta si adegua a ciò che sto pensando. Quindi, non devo fare nulla fisicamente per attivare ali che si restringono, o i blaster che crescono, niente di tutto ciò. Lo penso e succede. Penso che sia simile a Iron Man perché non lo vedi mai premere i pulsanti o fare qualsiasi cosa…

Leggi anche – Ant-Man and The Wasp: la durata, ruolo Bill Foster e Janet van Dyne…

Michael Douglas ha invece svelato che Hank Pym sarà parecchio inca**ato con Scott per aver usato il suo equipaggiamento in Captain America: Civil War

Ecco cosa ha detto:

Sì, è piuttosto inca**ato al riguardo. [Ride] Lo è davvero. Voglio dire, questa situazione imposta il tono iniziale tra Scott ed Hank. Cioè, lo sai che non ha detto tutta la verità al Dr. Pym.

Mentre sul suo ufficio, laboratorio Shepherd Frankel ha confermato che si tratta davvero di un edificio portatile come abbiamo visto anche nell’ultimo trailer.

Una delle cose più interessanti della sua tecnologia è che può ridursi, e pensavamo sarebbe stato bello per lui nascondersi in bella vista, quindi quando stavamo parlando del tipo di struttura per la trama, che riguarda la sua famiglia, abbiamo pensato, facciamo un edificio che si rimpicciolisce – abbiamo pensato avesse bisogno di una struttura per farlo ma non un laboratorio normale o quello di Tony Stark.

Leggi anche – Guardiani della Galassia Vol.3 ambientato dopo Avengers 4? Risponde James Gunn

Vogliamo davvero crearlo sulla base delle conoscenza di Hank Pym, il cui periodo d’oro è stato negli anni ’70 e ’80, quando era un Avenger, e quando stava con lo S.H.I.E.L.D., ma la sua lealtà era per la scienza, la fisica e l’ingegneria. Lo conosciamo come scienziato, fisico e ingegnere, pensavamo potesse creare una struttura che avesse tutto ciò di cui aveva bisogno, e che poteva nascondersi in bella vista.

Quindi Hank Pym come ingegnere ha l’idea di creare un edificio in cui può usare la sua folle tecnologia. Si rimpicciolisce e si mette in un parcheggio, e si sposta quando vuole. Quindi questo è un esempio di cosa sia quell’edificio, un edificio a più piani che è fondamentalmente un computer ed è un evento ingegnerizzato per sfruttare le cose che ha dentro. Potete vedere Hank che costruisce quella struttura sul suo tavolo di lavoro, quindi la riduce e la ingrandisce e così via, avrà i suoi assistenti – il suo esercito di formiche che lo aiuta a creare questo mondo.

Leggi anche – Ant-Man e Wasp dov’erano durante Avengers: Infinity War?

VIA [1,2,3,4,5]

LASCIA UN COMMENTO

Commenta
Inserisci il tuo nome