Manca un mese all’uscita di “Avengers: Infinity War” con “Agents of SHIELD” che sta ancora seguendo il suo percorso con la quinta stagione.

ComicBook.com ha parlato con i produttori esecutivi di “Agents of SHIELD” al WonderCon anticipando una certa connessione con il mondo cinematografico non disdegnando l’indipendenza di queste due ultime stagioni.

Siamo sempre collegati“, ha detto il co-showrunner Jed Whedon. “Si, fa parte dell’universo (Agents of SHIELD) […] Detto questo noi abbiamo la nostra trama proprio come i film standalone prima che facciano vedere qualcosa dopo (riferimento alle scene post-credit dei film che fanno da collante tre le pellicole del MCU ndt), è così che proviamo ad avvicinarci. Siamo molto più interessati a concentrarci sui nostri miti. Quindi non è tanto un tie-in quanto un riflesso, o una riflessione tematica, dei film in questo momento [Agents of SHIELD].

Quando “Agents of SHIELD” debuttò per la prima volta, sembrava avere sempre dei legami con i film dei Marvel Studios. Il team dello SHIELD ha dovuto ripulire Londra dopo gli eventi di “Thor: The Dark World” ed è anche apparsa Lady Sif. Gli eventi di “Captain America: The Winter Soldier” hanno drasticamente cambiato lo status quo degli Agenti e lo show è stato anche il protagonista degli eventi post “Avengers: Age of Ultron” con gli accordi di Sokovia.

Leggi anche – Avengers: Infinity War, gli eventi del film daranno vita a nuove storyline per Agents of SHIELD

Da allora, i collegamenti di “Agents of SHIELD” con il più ampio Universo Cinematografico Marvel sono diventati più impliciti che diretti, con riferimenti agli eventi in “Daredevil” o “Captain America: Civil War” che appare solo nei notiziari televisivi fittizi.

Invece, “Agents of SHIELD” attinge molto di più dalla sua stessa mitologia, che è cresciuta considerevolmente negli oltre 100 episodi della serie.

Vedi anche – Agents of SHIELD 5×15: ecco il promo di “Rise and Shine”