La Commissione Europea ha annunciato l’approvazione dell’acquisizione di 20th Century Fox da parte della Walt Disney a due condizioni

La Commissione Europea ha annunciato l’approvazione dell’acquisizione di 20th Century Fox da parte della Walt Disney a due condizioni.

L’acquisizione da parte di Walt Disney Company per 71,3 miliardi di dollari nei principali asset d’intrattenimento della 21st Century Fox è stata approvata dai regolatori antitrust europei a condizione che la società venda le sue quote in Europa di canali come Lifetime e History. La Commissione europea ha fatto la seguente dichiarazione in cui sono specificate le cessioni richieste per l’approvazione definitiva dell’accordo:

Per affrontare i problemi di concorrenza valutati dalla Commissione, Disney si deve impegnare a cedere le quote nello Spazio Economico Europeo (SEE) di tutti i seguenti canali: Hystory, H2, Crime & Investigation, Blaze e Lifetime. Questi canali sono attualmente controllati da A+E Television Networks, una joint venture tra Disney e Hearst. Gli impegni eliminano completamente la sovrapposizione tra le attività di Disney e Fox nella fornitura all’ingrosso di canali effettivi del SEE.

La Commissione europea ha aggiunto:

Pertanto, la Commissione ha concluso che la transazione proposta, così modificata, non solleverebbe più problemi sotto il profilo della concorrenza. La decisione della Commissione è necessaria affinché l’operazione possa essere conclusa.

È arrivata subito la risposta del colosso con CEO Bob Iger:

Siamo soddisfatti della decisione della Commissione Europea di accettare la transazione con l’unica misura correttiva che consiste nella cessione delle nostre quote in Europa dei canali History, H2, Crime + Investigation, Blaze e Lifetime. Disney continuerà a detenere il 50% di A&E, a parte le società che gestiscono questi canali in Europa. […] Continuiamo a perseguire l’autorizzazione il più rapidamente possibile nelle giurisdizioni che restano.

La Commissione europea aveva fissato in oggi, martedì, un termine per approvare l’accordo. Questo è l’ultimo ostacolo regolamentare per l’accordo poiché il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti aveva precedentemente approvato l’acquisizione a condizione che l’azienda vendesse le 22 reti sportive regionali di Fox.

Fonte