Home » Articoli » Cinema » Avengers: Infinity War » Iron Man compie 53 anni, tanti auguri Robert Downey Jr.

Iron Man compie 53 anni, tanti auguri Robert Downey Jr.

Robert Downey Jr. il celeberrimo attore che veste i panni del capostipite Iron Man nel Marvel Cinematic Universe compire oggi 53 anni, tanti auguri!


info immagini video articoli recensione

Avengers: Infinity War
Iron Man compie 53 anni, tanti auguri Robert Downey Jr.

Robert Downey Jr. il celeberrimo attore che veste i panni del capostipite Iron Man nel Marvel Cinematic Universe dal 2008 compire oggi 53 anni, tanti auguri!

Nato il 4 aprile del 1965 nel Greenwich Village, quartiere di New York, da Robert Downey Sr., ebreo di origini irlandesi e da Elsie Ann Ford, con ascendenze scozzesi, tedesche e svizzere, ha una sorella, Allyson.

Già da bambino ebbe un rapporto difficile con il padre, che, all’età di sei anni, lo spinse a fumare marijuana. Secondo Downey fumare insieme a lui era l’unico modo per dimostrargli il proprio affetto, ma ciò lo ha portato ad avere problemi con alcol e droga anche da adulto.

Durante l’infanzia Downey Jr. recita in diversi film diretti dal padre. Ha fatto il suo debutto all’età di cinque anni in Pound, interpretando un cucciolo, e successivamente, a sette anni, è nel cast di Greaser’s Palace. All’età di 10 anni, mentre abitava a Londra, frequenta la Perry House School a Chelsea e studia danza classica. Dopo il divorzio dei genitori, avvenuto quando lui aveva 13 anni, si trasferisce con il padre in California, dove frequenta la Santa Monica High School. A 17 anni, nel 1982, torna a New York per studiare performance art alla Stagedoor Manor.

Downey e Kiefer Sutherland, che hanno recitato insieme per 1969 – I giorni della rabbia, sono stati coinquilini per tre anni quando si trasferì nuovamente a Hollywood per intraprendere la carriera di attore.
Downey fece il suo debutto a teatro nel 1983 al Joyce Theater, nella produzione di American Passion di Norman Lear. Entrato nel cast di Saturday Night Live nel 1985, dopo un anno di critiche, Downey, e la maggiore parte del cast, vengono rimpiazzati. Rolling Stone nomina Downey come il peggiore membro del cast del SNL della sua intera storia.

Arriva comunque il suo primo ruolo da protagonista che è stato con Molly Ringwald in “Ehi… ci stai?” nel 1987. Grazie a questi ed altri film legati alla cultura degli adolescenti degli anni ’80, Downey è stato inserito nel gruppo Brat Pack. Sempre nel 1987, Downey interpreta Julian Wells, un ricco ragazzo tossicodipendente che perde velocemente controllo sulla sua vita, nel film Al di là di tutti i limiti, tratto da Meno di zero, primo romanzo di Bret Easton Ellis. La sua elogiata performance gli apre le porte per film come Uno strano caso, diretto da Emile Ardolino, Air America, con l’amico e collega Mel Gibson e Bolle di sapone nel 1991.

Nel 1992 interpreta Charlie Chaplin in Charlot, ruolo per cui si prepara con cura, infatti, impara a suonare il violino e giocare a tennis con la mano sinistra. Con un insegnante personale impara ad imitare la postura e le movenze di Chaplin. Per il ruolo, Downey viene candidato una candidatura all’Oscar al miglior attore al Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico e vince il suo primo Premio BAFTA al miglior attore protagonista nel 1993.

A metà anni ’90 però iniziano i problemi, infatti dal 1996 al 2001 Downey è stato arrestato numerose volte con accuse legate alla droga e ha sostenuto diversi programmi di riabilitazione senza successo.

Nell’aprile del 1996, Downey è arrestato per possesso di eroina, cocaina e di una pistola .357 Magnum. Un mese dopo, in libertà per buona condotta, è stato arrestato per violazione di domicilio dopo essersi addormentato ubriaco nella casa del suo vicino. Venne condannato a tre anni di libertà condizionale con obbligo di test di droga periodici. Nel 1997 saltò un test e fu condannato a sei mesi di detenzione nella Los Angeles County Jail. Nel 1999, saltò un altro test e venne arrestato un’altra volta. Difeso da John Stewart Holden viene condannato ad una pena detentiva di tre anni presso una struttura riabilitativa californiana: Corcoran II.

Viene rilasciato anticipatamente dopo quasi un anno, nel 2000 e una settimana dopo, Downey si è unito al cast della serie televisiva Ally McBeal, recitando accanto a Calista Flockhart venendo nominato per un Premio Emmy come migliore attore non protagonista in una serie commedia e ha vinto un Golden Globe come miglior attore non protagonista in una serie ma prima della fine della sua prima stagione in Ally McBeal, è nuovamente arrestato per possesso di cocaina e valium. Durante il processo, firma comunque il contratto per comparire in almeno altri otto episodi ma nell’aprile 2001, mentre si trovava in libertà vigilata, un poliziotto lo trovò a vagare a piedi nudi a Culver City, vicino Los Angeles, sotto l’effetto di cocaina. Dopo questo ultimo arresto, il produttore David E. Kelley e altri dirigenti di Ally McBeal decidono in una riscrittura dello show e licenziano Downey.

Dopo l’ennesimo processo Robert Downey Jr. conosce 5 anni bui, tra ruoli minori e piccole parti che pian, piano lo condurranno verso la luce dell’eroismo. Il merito va anche a Susan Levin, incontrata sul set di Gothika nel 2003, che l’attore sposa nel 2005, da cui sono nati i due figli Exton Elias Downey ed una figlia, Avri Roel Downey tra il 2012 e il 2014.

Infatti nel 2006 Downey è stato preso per la parte di Tony Stark in Iron Man diretto da Jon Favreau, che ha dovuto convincere mezzo mondo a puntare su di lui; nel film uscito a maggio 2008 Downey è stato descritto come il “punto di luce” del film. Dopo questo Robert Downey Jr. diventerà il fulcro del Marvel Cinematic Universe e oggi con l’arrivo di “Avengers: Infinity War” è uno degli attori più amati di sempre da tutte le fasce di pubblico mondiale, dai più grandi ai piccini.

Warner Bros. l’anno dopo lo scrittura per il suo “Sherlock Holmes” elogioato dalla critica e ottiene ottimi incassi ai botteghini statunitensi. Grazie al ruolo di Sherlock Holmes, Downey, vince il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale. Nel 2011 parteciperà al sequel “Gioco di Ombre”.

Downey ha interpretato nuovamente Tony Stark in Iron Man 3 (2013), Avengers: Age of Ultron (2015), Captain America: Civil War (2016) e in Spider-Man: Homecoming (2017).

Nel 2014 produce inoltre un proprio film indipendente, The Judge presentato in apertura al Festival Internazionale del Cinema di Toronto.

Nel 2015, ormai riabilitato da anni, ottiene la grazia formale del governatore Jerry Brown e la cancellazione dei precedenti penali per i reati di possesso di droga, possesso non autorizzato di armi, rissa e guida in stato d’ebbrezza per cui era stato condannato nel 1996 e nel 1999. Il tribunale californiano ha “evidenziato che dopo il suo rilascio dal carcere Downey Jr. ha vissuto in modo onesto e retto, mostrando doti morali e comportandosi come un cittadino rispettoso della legge”

Downey afferma di essere libero dalla droga dal luglio 2003 ed ha attribuito merito a superare la sua dipendenza alla moglie, la famiglia, la meditazione, lo yoga e la pratica di Wing Chun. Ha imparato il kung fu da Eric Oram, consulente di scene di lotta in molti film di Downey e questi è stato anche il personale coordinatore delle scene di lotta di Downey per Avengers: Age of Ultron e Captain America: Civil War.

Aggiungi un commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Avengers: Infinity War

Avengers: Infinity War – ecco i poster di Mondo per il Comic-Con

Livio Rezoagli18 luglio 2018
Supereroi

Supereroi omosessuali: l’ennesima barriera pronta a cadere?

Livio Rezoagli16 luglio 2018
Doctor Strange Avengers: Infinity War Benedict Cumberbatch

Avengers: Infinity War – clip ufficiali battaglia di New York, battaglia su Titano e il piano contro Thanos

Livio Rezoagli11 luglio 2018
Avengers: Infinity War Supereroi News

Avengers: Infinity War ecco quando esce in Italia l’Home Video

Livio Rezoagli10 luglio 2018
Stan Lee

Stan Lee ritira causa da 1 miliardo contro POW! Entertainment

Livio Rezoagli10 luglio 2018
Steve Ditko

Tom Holland, Marvel e DC rendono omaggio a Steve Ditko

Livio Rezoagli10 luglio 2018