Home » Articoli » Cinema » X-Men: Apocalisse » X-Men: Giorni di un Futuro Passato, i Concept Art e intervista a Stéphane Levallois

X-Men: Giorni di un Futuro Passato, i Concept Art e intervista a Stéphane Levallois

Cinema
X-Men: Giorni di un Futuro Passato, i Concept Art e intervista a Stéphane Levallois

Come potrete, vedere ma anche leggere, dopo il salto, arrivano diversi concept art dedicati interamente a X-Men: Giorni di un Futuro Passato. Annesse a questi, abbiamo infatti anche un’intervista fatta proprio al Conceptual illustrator, Stéphane Levallois, rilasciata ai microfoni di CBM. Non ci resta che augurarvi non solo una buona visione, ma anche una buona lettura.

Leggi anche:
Avengers: Infinity War, svelato nuovo merchandising e cartonato promozionale di Thanos

CBM: Com’è stato lavorare su X-Men: Giorni di un Futuro Passato?
Stéphane Levallois: E’ stato un lavoro eccitante e stimolante da fare. Sono anche un regista di spot pubblicitari e cortometraggi così mi sono venute in mente diverse scene di combattimento per la maggior parte del tempo.

CBM: Qual è stata la parte più difficile?
Stéphane Levallois: Il lavoro più impegnativo che ho fatto è stato quello di dover creare alcuni progetti innovativi per le Sentinelle.


CBM: Che cosa ti piace di più del progetto?
Stéphane Levallois: L’energia formidabile di Virginie Bourdin impiegata nel film, ha fortemente stimolato la mia creatività. Lei mi spingeva verso direzioni nuove e inaspettate, essenziali per stimolare in me nuovi disegni più dinamici.




CBM: Potresti dirci che cosa coinvolge lo storyboard Wolverine e le Sentinelle?
Stéphane Levallois: ho sviluppato l’idea che le sentinelle possono rigenerarsi. Non avevo letto il copione e, solo per fare un tentativo, ho creato uno storyboard in cui viene mostrata una scena in cui Wolverine distrugge una sentinella. Sono cresciuto con X-Men. Mi sono divertito tantissimo a disegnare Wolverine. Lui è uno dei miei supereroi preferiti, insieme a Diablo. In realtà è stata una una delle mie prime bozze, non ho potuto farne a meno.

CBM: C’è qualcosa che vorresti aggiungere?
Stéphane Levallois: Vorrei rendere omaggio a Virginie Bourdin. Vorrei anche ringraziare Ravi Bansal per il suo sostegno, e Richard Stammers che gestisce il reparto effetti speciali al MPC.
Fonte: CBM

Articoli correlati

Black Panther Shuri

Black Panther: ecco i video di Letita Wright che rappa sul set del film

Luca Russo24 febbraio 2018
Black Panther

Black Panther: il costume del supereroe ispirato a quello di Superman

Fabio Di Paola24 febbraio 2018
black panther

Black Panther: Winston Duke parla del suo M’Baku

Luca Russo24 febbraio 2018
Avengers Stan Lee

Avengers: Infinity War, svelato nuovo merchandising e cartonato promozionale di Thanos

Fabio Di Paola24 febbraio 2018
Black Panther

Black Panther 2: a Kendrick Lamar piacerebbe essere il villain

Fabio Di Paola24 febbraio 2018

Ecco il primo sguardo al film d’animazione DC “La morte di Superman”

Stefano De Luca24 febbraio 2018
Thor: Ragnarok

Thor: Ragnarok, James Gunn spiega la presenza di Yondu nelle scene tagliate

Stefano De Luca24 febbraio 2018
Black Panther

Black Panther: il film durava quattro ore nel primo taglio

Livio Rezoagli24 febbraio 2018