Home » Articoli » Senza categoria » Facebook, Graph Search: Zuckerberg sfida il motore di ricerca di Google

Facebook, Graph Search: Zuckerberg sfida il motore di ricerca di Google

Senza categoria
Facebook, Graph Search: Zuckerberg sfida il motore di ricerca di Google

Mark Zuckerberg non ha perso tempo presentando infatti Graph Search, un motore di ricerca che si trova interno della stessa rete sociale.
Search Graph viene definito dallo stesso ideatore di Facebook la “terza colonna portante dopo il Diario e il Flusso di Notizi.. quindi diventa un modo completamente nuovo di trovare informazioni su Facebook


Il motore di ricerca sociale da cui ci si può iscrivere qui, che non è di libero accesso per tutti perchè si tratterebbe solo di una versione beta la quale appunto consentirebbe l’ingresso solo a pochi fortunati, che al momento dell’accesso potranno navigare solo tra 4 grandi aree d’interesse: persone, immagini, luoghi e interessiLa differenza rispetto a Google e in generale agli altri motori di ricerca  è il fatto che Graph Search non restituisce diversi link ma risposte vere e proprie. Nei casi in cui Search Graph non dovesse proprio saper rispondere, interverrà Bing – il motore di ricerca di Microsoft. (continua sotto..)

!function(a,b,c){var d=a.getElementsByTagName(b)[0];a.getElementById(c)||(a=a.createElement(b),a.id=c,a.src=(“https:”==document.location.protocol?”http://player-services.goviral-content.com”.replace(/^http:/,”https:”):”http://player-services.goviral-content.com”)+”/embed-code/index/find?placementVersionId=9085982813584259841468067″,d.parentNode.insertBefore(a,d))}(document,”script”,”gv_script_9085982813584259841468067″);

Alla fine vogliamo indicizzare tutti i post e tutti i contenuti di Facebook. Non pensavo che si potesse fare, è una delle cose migliori che abbiamo fatto negli ultimi tempi“, ha aggiunto Zuckerberg
Nonostante Graph Search abbia suscitato da subito grande interesse verso l’utenza media, non ha avuto lo stesso effetto verso gli investitori che non hanno approvato la novità -forse la speranza era un Facebookfonino– e infatti le azioni restano traballanti e in calo. 
Anche perchè Zuckerberg stesso ha specificato che questo nuovo progetto non diventerà subito una fonte di profitti ma anzi ci vorrà un bel pò di tempo prima che questo avvenga. 

Facebook decide così di sfidare i motori di ricerca spalancando le porte ad una probabile guerra con Google ma riuscirà Zuckerberg a stravolgere veramente l’attuale modo di ricerca dei contenuti?
Aggiungi un commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Comcast Disney 21st Century Fox

Comcast alza l’offerta a 65 miliardi e tutta in contanti per Fox

Livio Rezoagli14 giugno 2018
Lego Gli Incredibili

LEGO Gli Incredibili: Il gameplay trailer sulle missioni Crimine a ondate

Livio Rezoagli20 maggio 2018
Rick and Morty

Rick and Morty: arriva il rinnovo per altri 70 episodi

Livio Rezoagli11 maggio 2018
Avengers: Infinity War Thanos

Avengers: Infinity War – ecco a cosa somiglia Thanos

Livio Rezoagli3 maggio 2018
marvel studios Kevin Feige

Kevin Feige rivela che i Marvel Studios potrebbero arrivare a rilasciare quattro film all’anno

Fabio Di Paola1 maggio 2018
stan lee Avengers: Infinity War

Avengers: Infinity War – rivelato il simpatico cameo di Stan Lee

Fabio Di Paola27 aprile 2018