Home » Articoli » Senza categoria » Vento di tempesta in casa Ubisoft

Vento di tempesta in casa Ubisoft

Senza categoria
Vento di tempesta in casa Ubisoft
Secondo John L. Beiswenger, autore sul versante sci-fi, una delle sue opere, intitolata “Link”, avrebbe troppi punti di connessione con Assassin’s Creed.

Nella sua storia, Beiswenger parla di possibilità di rivisitare ricordi dei propri antenati tramite una macchina chiamata “Bio-sincronizzatore”. Secondo la sua tesi, il racconto “Link” solleva anche l’argomento assassinio. L’autore ha scritto “Ubisoft ha copiato in modo palese, e ha violato un lavoro coperto da copyright”. Tramite i suoi legali, Beiswenger, ha chiesto alla Ubisoft un risarcimento di almeno 1.05 milioni di dollari, che potrebbero salire a 5.25 milioni se il giudizio si chiudesse a suo favore. Per il momento Ubisoft non ha rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale a riguardo.



Se questo articolo ti è piaciuto; seguici su Twitter e metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook. Se ti va offrici un caffè cliccando su uno degli sponsor di Tecnologgando.


Se vuoi ricevere la newsletter di Tecnologgando inserisci il tuo indirizzo email qui



Articoli correlati

teen titans

Teen Titans Go: Paul Thomas Anderson ha espresso interesse nel realizzare il film

Luca Russo18 gennaio 2018
Shazam

Shazam!: Zachary Levi e Asher Angel in questa foto dal tavolo di produzione

Livio Rezoagli16 gennaio 2018
Avengers Chris Evans

Avengers 4: Captain America ha in mano un misterioso dispositivo nelle foto

Livio Rezoagli15 gennaio 2018
Captain America: Civil War

Avengers: Infinity War, Incredibile: set lego conferma IRON SPIDER?

Livio Rezoagli15 gennaio 2018
Supergirl

Supergirl: la Legion Of Super-Heroes nel Trailer Esteso e…Power Girl [Fan Art]

Livio Rezoagli11 gennaio 2018
Black Panther

Black Panther: il regista su come è cambiato T’Challa rispetto a Civil War

Fabio Di Paola9 gennaio 2018
L'uomo d'Acciaio

L’uomo d’Acciaio contiene un omaggio a Star Wars

Fabio Di Paola3 gennaio 2018

Supereroi News cerca nuovi collaboratori

Livio Rezoagli29 dicembre 2017