Home » Articoli » Senza categoria » Vecchi schermi a tubo catodico che diventano touch

Vecchi schermi a tubo catodico che diventano touch

Senza categoria
Vecchi schermi a tubo catodico che diventano touch
A quanto pare l’era dei monitor a tubo catodico, non è definitivamente tramontata.

Infatti tre studenti dell’Università di Hasselt, in Belgio, ha trovato un modo di trasformarli in schermi touch senza alcuna modifica, ma col solo utilizzo di un apposito guanto per interagire con essi. Il segreto, se così si può definire, sta proprio nel funzionamento dei monitor stessi, in cui fasci di elettroni interagiscono con i fosfori dello schermo generando le immagini.


Due fototransistor, uno per l’indice e uno per il medio, sono inseriti nel guanto, mentre un FPGA gestisce il monitor e prende la posizione dei fototransistor sul display grazie al flusso di elettroni. In questo modo con il solo utilizzo delle mani, e pià precisamente delle dita, è possibile guidare il cursore e interagire con lo schermo. Vi riportiamo un video che mostra il prototipo in azione, i suoi creatori stanno studiando per migliorare il sistema, pare infatti, che ci siano ancora alcuni problemi con i colori più scuri.



Articoli correlati

Shazam

Shazam!: Zachary Levi e Asher Angel in questa foto dal tavolo di produzione

Livio Rezoagli16 gennaio 2018
Avengers Chris Evans

Avengers 4: Captain America ha in mano un misterioso dispositivo nelle foto

Livio Rezoagli15 gennaio 2018
Captain America: Civil War

Avengers: Infinity War, Incredibile: set lego conferma IRON SPIDER?

Livio Rezoagli15 gennaio 2018
Supergirl

Supergirl: la Legion Of Super-Heroes nel Trailer Esteso e…Power Girl [Fan Art]

Livio Rezoagli11 gennaio 2018
Black Panther

Black Panther: il regista su come è cambiato T’Challa rispetto a Civil War

Fabio Di Paola9 gennaio 2018
L'uomo d'Acciaio

L’uomo d’Acciaio contiene un omaggio a Star Wars

Fabio Di Paola3 gennaio 2018

Supereroi News cerca nuovi collaboratori

Livio Rezoagli29 dicembre 2017
Gwyneth Paltrow

Gwyneth Paltrow festeggia i dieci anni di “Pepperony”

Fabio Di Paola16 dicembre 2017