Home » Articoli » Senza categoria » Pwn2Own e le debolezze dei browser

Pwn2Own e le debolezze dei browser

Senza categoria
Pwn2Own e le debolezze dei browser

I maggiori Browser mondiali?? bucarli è una bazzecola!!
La gara denominata Pwn2Own, che comprende i più grandi personaggi di sicurezza (e non) informatica sta mostrando le debolezze dei maggiori browser mondiali.

Nel primo giorno di gara infatti è stato subito bucato Google Chrome da parte di un hacker russo che ha vinto sessanta mila dollari ed il laptop sul quale ha violato Chrome.

Internet Explorer 9 di Microsoft si è dovuto arrendere ad alcuni ricercatori francesi.
Si è notato infatti che, a seguito del caricamento delle pagine di IE9, le protezioni ASLR (Address Space Layout Randomization) e DEP (Data Execution Prevention) di Windows 7 sono state subito eluse.

fonte: ilovetech.it

Se questo articolo ti è piaciuto; seguici su Twitter e metti Mi Piace sulla nostra pagina Facebook. Se ti va offrici un caffè cliccando su uno degli sponsor di Tecnologgando.

Se invece vuoi ricevere la newsletter di Tecnologgando non devi fare altro che inserire il tuo indirizzo email qui sotto!

__

Aggiungi un commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Comcast Disney 21st Century Fox

Comcast alza l’offerta a 65 miliardi e tutta in contanti per Fox

Livio Rezoagli14 giugno 2018
Lego Gli Incredibili

LEGO Gli Incredibili: Il gameplay trailer sulle missioni Crimine a ondate

Livio Rezoagli20 maggio 2018
Rick and Morty

Rick and Morty: arriva il rinnovo per altri 70 episodi

Livio Rezoagli11 maggio 2018
Avengers: Infinity War Thanos

Avengers: Infinity War – ecco a cosa somiglia Thanos

Livio Rezoagli3 maggio 2018
marvel studios Kevin Feige

Kevin Feige rivela che i Marvel Studios potrebbero arrivare a rilasciare quattro film all’anno

Fabio Di Paola1 maggio 2018
stan lee Avengers: Infinity War

Avengers: Infinity War – rivelato il simpatico cameo di Stan Lee

Fabio Di Paola27 aprile 2018