Guardiani della galassia Vol. 2

Guardiani della Galassia Vol.2: gli Easter Egg del film

Tuffiamoci in cameo, citazioni e omaggi da 'Guardiani della Galassia Vol.2', il nuovo film dei Marvel Studios scritto e diretto da James Gunn

Home » Cinema » Guardiani della galassia Vol. 2 » Guardiani della Galassia Vol.2: gli Easter Egg del film

info immagini video articoli recensione

Guardiani della Galassia Vol.2: gli Easter Egg del film

Guardiani della Galassia Vol.2 non è soltanto uno spettacolo visivo eccezionale, ma è anche una miniera di citazioni, cameo, omaggi che arricchiscono una pellicola già di per sé preziosa essendo anche la dimostrazione di come James Gunn sia in grado di giocare con qualsiasi aspetto in grado di suscitare nello spettatore piacere e curiosità. Scopriamo insieme gli easter eggs del film!

Leggi anche – La recensione del film

NOVA CORPS



Guardiani della Galassia

Viene nuovamente tirata in ballo la Nova Corps – forse non a caso considerando i successivi easter eggs – in occasione di una lite tra Ravagers sul pianeta Berhert. Yondu richiama all’ordine invitando a non uccidere nessuno per evitare un nuovo coinvolgimento della Nova Corps ossia il corpo di polizia intergalattico (analogo al Corpo delle Lanterne Verde della controparte DC) comandato da Nova Prime. Perché ci sembra importante sottolinearlo? Per la possibile relazione con un personaggio apparso nei titoli di coda e di cui discuteremo a breve.

IL CAMEO CON SYLVESTER STALLONE

guardiani della galassia stakar

E’ stato definito un cameo ma, in realtà, ai fini della trama, è molto più di questo: Stakar Ogord è un punto di snodo della trama per capire l’attuale condizione di Yondu, per capire quindi il perché del suo esilio e il perché del rancore tra i gruppi di Ravagers. La sua apparizione sul pianeta Contraxia è di effetto e Stallone fa la sua figura nel ruolo, dando autorevolezza al personaggio, portandoci ad apprezzarlo anche nel finale durante il funerale Ravager e facendo ben sperare in una sua successiva apparizione – considerando i titoli di coda e il riunirsi della “banda”.

IL CAMEO CON STAN LEE

Durante il salto interplanetario di Yondu e Rocket (incredibilmente divertente), la scena passa in un angolo della galassia dove troviamo Stan Lee, vestito da perfetto astronauta, in compagnia di Uatu, l’Osservatore. Questa scena è ripresa anche nei titoli di coda e non fa altro che anticipare, per poi confermare, quello che è l’omaggio al padre di tutte le storie: egli è effettivamente l’Osservatore, colui che conosce tutte le storie di tutti, colui che continuerà ad osservare e a guidare da dietro le quinte finchè potrà, preservando tutto per il futuro, considerando che ne ha di storie da raccontare ancora.

UATU, L’OSSERVATORE

guardiani della galassia uatu

Sebbene fosse logica una sua comparsa, considerando l’ambientazione intergalattica, è una vera sorpresa che l’Osservatore venga mostrato così improvvisamente. Molto fedele ai fumetti, canonicamente in silenzio perché “si limita ad osservare”, richiama il desiderio di vederlo parte attiva di una grande storia – sarebbe fantastica una trasposizione di Fear Itself – considerando il ruolo centrale che ha nell’Universo Marvel. Ma capiamo perfettamente che questo sia stato un espediente per omaggiare Stan Lee nel suo cameo. Restiamo tuttavia fiduciosi per il futuro.

EGO

Guardiani della Galassia

Perché considerarlo Easter Egg? Per la sua realizzazione, ovviamente. E’ immediato il collegamento ai fumetti. Il volto di Ego realizzato in CGI e simile anche per orientamento spaziale al volto realizzato nei fumetti: stessa inclinazione, stessa prospettiva, stessa sensazione. Ci sembrava doveroso segnalare la somiglianza tra fumetto e trasposizione cinematografica.

  • John Bubuz

    Veramente, alla fine del film, a ricordare che “NOI SIAMO GROOT”, è David Hasselhoff, non James Gunn !!!

  • wade wiston wilson

    Secondo me stan Lee non è l’ osservatore, è solo una persona che non si sa ancora chi sia, perché se no per quale motivo lo hanno fatto con la forma fisica umana? Nel film guardiani della galassia vol 2 era solo un astronauta che stava lassù.