Home » Cinema » Avengers: Infinity War » Avengers: Infinity War, cosa vorremmo vedere

Avengers: Infinity War, cosa vorremmo vedere

Con l’inizio delle riprese di Avengers: Infinity War, vogliamo dare uno sguardo a quelli che sono attualmente i rumors riguardo l’attesissima pellicola, offrendovi inoltre delle nostre teorie che potrebbero effettivamente concretizzarsi sul grande schermo. Siete pronti?


info immagini video articoli recensione

Avengers: Infinity War
Avengers: Infinity War, cosa vorremmo vedere

Le riprese di ‘Avengers: Infinity War‘ sono iniziate da poco ad Atlanta, dando inizio ad un ciclo di molti mesi che vedrà la comparsa e l’alternanza di numerosi attori del Marvel Cinematic Universe che faranno la spola di set in set, concretizzando ciò che è stato progettato e realizzando quello che diventerà probabilmente uno dei migliori Kolossal della Casa delle Idee. Prima che la Marvel riveli qualche dettaglio ufficiale passerà molto tempo, considerata anche la segretezza della sceneggiatura per gli stessi attori. In ogni caso, nulla ci vieta di analizzare quelli che sono i rumors più interessanti e di formulare teorie con largo anticipo, sulla base di ciò che sappiamo e di ciò che possiamo aspettarci, considerando anche l’universo fumettistico.

Sicuramente, alcune teorie saranno più concrete e appetibili, altre saranno per lo più un piccolo sogno, ma di certo non resterete delusi dalle possibilità che potrebbero presentarsi. Inoltre sarà divertente vedere durante questi mesi quante di queste teorie diverranno realtà! E allora procediamo in questa nostra prospettiva teorica della Guerra dell’Infinito.

1. GLI EROI PiU’ POTENTI DELLA TERRA GIUNGERANNO AD ASGARD



infinity war SP 1

Nel Marvel Cinematic Universe, qualsiasi eroe – o personaggio relativamente secondario – ha accettato il fatto che Thor sia un Dio, ed è in un certo senso una vergogna che ai nostri eroi non sia stato ancora concesso di dissipare quel minimo scetticismo nei confronti di Asgard, uno scetticismo che tutti noi avremmo se non avessimo visto con i nostri occhi un qualcosa di divino e al tempo stesso “leggendario”.

Ci aspettiamo che questo momento arrivi proprio in Infinity War, dal momento che il nostro amato Dio del Tuono potrebbe aver bisogno di aiuto quando Thanos reclamerà il Tesseract e forse anche vendetta nei confronti di Loki – dato che ha praticamente dissipato un esercito di Chitauri perdendo clamorosamente la battaglia di New York.

Nel corso di questi anni, non abbiamo trascorso molto tempo su Asgard – considerando che viene mostrata soltanto nei film stand alone del Dio del Tuono – ma l’idea di vedere la reazione di Iron Man, Ant-Man e Spiderman, catapultati in questo mondo mistico per la prima volta, potrebbe essere davvero azzeccata e ovviamente divertente, dando così un tocco di leggerezza e forse una prospettiva diversa rispetto ai canonici dubbi esistenziali e immaginativi. Se consideriamo inoltre che questo film ci porterà ad esplorare nuovi mondi, Asgard potrebbe essere proprio uno di quelli, divenendo così un luogo, un simbolo per un nuovo e ritrovato gruppo di Vendicatori. E sentire l’epica frase “Avengers Assemble” sul Rainbow Bridge potrebbe essere qualcosa di speciale, qualcosa che i nostri occhi non hanno mai visto.

2. CAPTAIN AMERICA: “AVENGERS ASSEMBLE”!

infinity war SP 2

Dovrebbe essere questo il momento, no? Poteva esservi un momento adeguato in Avengers: Age of Ultron ma la Marvel ha sempre affermato che questo momento sarebbe arrivato per il loro film più grande. E quale film migliore di questo, considerando gli eventi della Civil War, considerando la frattura creatasi tra gli eroi, considerando che dovranno fronteggiare il più grande nemico mai apparso nel MCU?

Perché proprio Captain America? La risposta è semplice ed è mostrata in queste pagine (tratte da un ciclo di numeri inclusi nella Civil War e narranti di un incontro privato tra Tony Stark e Steve Rogers durante la guerra civile):

infinity war SP 6

infinity war SP 7

E ancora:

infinity war SP 8

Tony Stark non è il tipo di uomo per cui i suoi compagni si getterebbero nel fuoco. Non fraintendetemi: ha i suoi alleati e i suoi amici, ma non è la stessa cosa. Steve Rogers è in grado di far ritrovare le tue convinzioni e di supportarle fino alla fine. E’ l’uomo che seguiresti nel fuoco soltanto perché è egli stesso “il fuoco”. E’ un simbolo: incarna degli ideali ormai svaniti grazie al flusso malsano della politica. Rappresenta libertà, giustizia e lealtà. E come ha detto Sharon Carter: “Nonostante fosse un soldato, dietro quegli occhi induriti dalla guerra potevi percepire la sua gentilezza”.

Contrariamente al fumetto, Cap è ancora vivo: è un’occasione veramente ghiotta per lasciarsela scappare. Uno dei momenti più toccanti ed iconici del MCU potrebbe essere dietro l’angolo.

3. AVENGERS INCONTRANO I GUARDIANI DELLA GALASSIA

infinity war SP 3

La Marvel ha confermato ufficialmente la presenza dei Guardiani in Infinity War, senza ovviamente offrire dettagli o specificare come e quando li vedremo. E’ fuori da ogni discussione che dovranno fare il loro ingresso in scena ad un certo punto, considerando anche gli eventi a cui dovremo ancora assistere in Guardiani della Galassia Vol. 2 e che ovviamente si ricollegheranno ad Infinity War (magari assisteremo ad una scena post credits in cui vedremo i Guardiani viaggiare verso la Terra).

Non è ancora noto il motivo esatto del loro arrivo ma sicuramente sarà scioccante per gli Avengers: se questo non porterà immediatamente ad uno scontro tra loro, gli Avengers dovranno ovviamente considerare l’idea che i Guardiani possano essere un altro gruppo di alieni alleato con Thanos; in compenso, Star Lord e il suo team non avranno affatto considerato l’idea che il pianeta di origine di Peter Quill sia abitato da dei supereroi in costume. E se aggiungiamo a tutto questo le parole di Vin Diesel – che vorrebbe appunto uno scontro tra Groot e Hulk – cavalchiamo sul serio l’onda dei sogni di ogni amante del genere.

Anche se il minutaggio per ogni singolo eroe sarà molto ristretto, personaggi come Gamora, Vedova Nera, Rocket Raccoon e Spiderman offriranno sicuramente una miriade di momenti divertenti e di dinamiche molto interessanti sia a livello d’azione che di intreccio narrativo.

Questo porrà sicuramente le basi per eventuali film crossover in cui il team degli Avengers e il team dei Guardiani potrà collaborare, ma quel che è certo è che questa alleanza non sarà immediata in Infinity War. Ne vedremo delle belle!

4. L’ARRIVO DI ADAM WARLOCK

infinity war SP 4

Più che una teoria, dovrebbe arrivare a breve un qualche tipo di conferma da parte della Casa delle idee – soprattutto dopo l’assegnazione del ruolo di Pip il Troll a Peter Dinklage. L’inclusione di Adam Warlock è più che ovvia dal momento che riveste un ruolo chiave nella trilogia fumettistica dell’Infinito e nel lato cosmico dell’Universo Marvel. Warlock potrebbe apparire anche nell’imminente film dei Guardiani della Galassia, considerandolo i loro viaggi intergalattici oppure potrebbe fare il suo ingresso in scena direttamente in Infinity War presentandosi come un esperto delle Gemme dell’Infinito e custode della Gemma dell’Anima, oltre che come futura guida per gli Eroi più forti della Terra.

La Casa delle Idee ci ha però insegnato che una trasposizione cinematografica non è sinonimo di trasposizione fumettistica: ciò che verrà mostrato in Infinity War sarà un riadattamento, così come lo è stato Captain America: Civil War. Quindi non possiamo escludere nè l’ipotesi che la Gemma non ancora mostrata venga presentata come una sorta di essere senziente in grado di sottrare anime e poteri, né la possibilità che entri subito in possesso di Thanos, evitando l’ingresso di un nuovo personaggio nel MCU che meriterebbe un background più approfondito piuttosto che un minutaggio fine a se stesso.

5. UN NUOVO COSTUME PER SPIDERMAN

infinity war SP 5

Questa potrebbe essere una teoria piuttosto azzardata, ma ha una sua logica: se consideriamo l’enorme battaglia che verrà, considerando che potrebbe originare proprio sulla Terra – dal momento che Visione è il portatore della Gemma della Mente ed è un possibile bersaglio di Thanos – il costume creato da Tony Stark per Peter potrebbe subire un qualche tipo di danneggiamento o essere addirittura distrutto.

“E’ troppo presto per inserire il simbionte e Venom” direte voi. E potreste aver ragione. Tuttavia, nonostante la storia del simbionte abbia origine con le Secret Wars, potrebbe essere un’eventualità concreta. Noi consideriamo il costume alieno come sinonimo di Venom dato che è questo che ci è stato mostrato nell’ultimo film della trilogia di Raimi. In realtà, fumettisticamente parlando, il simbionte non genera una trasformazione caratteriale così radicale anzi, è l’unico della sua specie ad avere intenzioni pacifiche. Considerando che non tutto potrà essere rispettato, potremmo ipotizzare un’espediente – come la presenza del simbionte in un laboratorio Stark – tramite il quale Peter entri in contatto con il simbionte alieno.

Possiamo essere certi, data la direzione presa dalla Casa delle Idee, che questo non significherà problemi per Peter perché nei fumetti si parla del simbionte come un essere affezionato all’Uomo Ragno e che purtroppo è stato costretto ad abbandonare per le sue caratteristiche intrinseche – dato che indeboliva il nostro Peter causandogli più di qualche problema. Nessuna trasformazione caratteriale ma solo una sorta di amicizia destinata a finire.

Ovviamente, introdurre il costume alieno significherebbe introdurre anche il personaggio di Eddie Brock e se tutto questo venisse riportato in Infinity War, diverrebbe alquanto confuso. Possiamo sperare quindi che nella Saga dell’Infinito venga mostrato quanto di buono ci sia nell’unione tra Peter e il simbionte e che nel successivo film stand alone di Spiderman venga introdotto Eddie Brock e l’origine di Venom, mostrando come in realità il simbionte sia funzione del suo ospite.

Il potenziale futuro di questa teoria è davvero enorme, non credete?

Abbiamo ancora molta strada da fare fino al 2018 ma quel che è certo è che non mancheranno conferme o smentite, nuove teorie e nuove possibilità. Non possiamo far altro che attendere e sognare, sperando che il nostro modo di concepire questo Kolossal sia anche quello della Casa delle Idee.