Home » Cinema » Deadpool 2 » Deadpool 2: confermati Colossus e Testata Mutante Negasonica

Deadpool 2: confermati Colossus e Testata Mutante Negasonica

Prime rassicuranti conferme sul ritorno dei personaggi Colossus e Testata Mutante Negasonica nel sequel di Deadpol


info immagini video articoli recensione

Deadpool 2
Deadpool 2: confermati Colossus e Testata Mutante Negasonica

Le scene ed i personaggi stessi di Colossus e Testata Mutante Negasonica sono uno dei tanti aspetti positivi del film di Deadpool, pertanto siamo senza dubbio contenti di apprendere che entrambi faranno parte del sequel.

Al momento non si è fatta alcuna parola su che tipo di ruolo avranno, o se saranno presenti altri X-Men, ma gli sceneggiatori Paul Wernick e Rhett Reese hanno confermato che appariranno.

Paul Wernick: non posso dire per quanto tempo saranno presenti
Rhett Reese: penso che possiamo dire che saranno presenti nel sequel
Paul Wernick: sì alla fine faranno almeno un’apparizione



A quanto pare, però, i legami con il primo capitolo di Deadpool per il suo sequel non finiscono qui, infatti, sembra che ad essere presente sarà anche il tassista Dopinder. Forse a quel punto scopriremo cosa è successo con il suo rivale in amore.

Arrivano le prime conferme sul ritorno dei personaggi Colossus e Testata Mutante Negasonica nel sequel di Deadpool

Queste prime conferme, dunque, possono almeno in minima parte rasserenare coloro che in queste settimane sono preoccupati per le lavorazioni del sequel di Deadpool. Dal canto nostro, non vediamo l’ora di poter vedere i vari personaggi interagire tra di loro in un turbinio di risate e azione.

Dopo la novità David Leitch salito a bordo per dirigere il sequel, come sappiamo oltre all’attore protagonista, Ryan Reynolds ci sono già gli sceneggiatori Rhett Reese e Paul Wernick che torneranno per il sequel del film sul mercenario chiacchierone in cui vedremo Cable. Attualmente la data d’uscita deve essere ancora annunciata, ma la Fox che aveva bloccato la data del film per il 12 Gennaio 2018 è stata costretta a spostare tutto al 2 novembre 2018 o addirittura il 14 febbraio 2019.

VIA